Microsoft sconsiglia nuovamente il passaggio a Windows 11 per i PC non idonei

Microsoft sconsiglia nuovamente il passaggio a Windows 11 per i PC non idonei

Un nuovo messaggio di avviso mette nelle mani dell’utente ogni responsabilità per danni seguenti all’installazione non supportata

Microsoft lo aveva già fatto ma, considerando le prime lamentale in giro per il mondo, ha ribadito ancora una volta che aggiornare a Windows 11 da un computer non supportato ufficialmente può creare dei problemi. All’inizio della scorsa settimana è stato lanciato l’attesissimo aggiornamento, che porta con sé una concreta rivisitazione del sistema operativo di Redmond, dopo anni.

L’update aggiunge un nuovo menu Start, un aspetto visivo completamente ridisegnato che tocca tutti gli elementi dell’interfaccia utente, l’integrazione di Microsoft Teams, un processo di aggiornamento migliore e molto altro ancora. Chiunque utilizzi un computer con Windows 10 può sicuramente installare l’aggiornamento, ma con delle precauzioni. 

Cosa può succedere

Come sappiamo, per far si che tutto vada liscio, è richiesto almeno un processore Intel di ottava generazione o un chip AMD Ryzen 2000, oltre al supporto per il TPM (Trusted Platform Module) 2.0 e Secure Boot, funzionalità di sicurezza che in genere si trovano solo sui dispositivi più recenti. Microsoft, durante l’estate, aveva detto che non avrebbe impedito ai PC più vecchi di eseguire l’aggiornamento a Windows 11, scaricando un file ISO invece di passare attraverso i menu di aggiornamento integrati nel sistema operativo.

Tuttavia, il colosso americano aveva indicato, e lo fa ancora tutt’oggi, che i PC non supportati che tentano di eseguire l’aggiornamento da Windows 10 a Windows 11 potrebbero finire per subire “danni”. Come riportato da Windows Latest, al momento dell’installazione, gli utenti devono accettare un accordo che riconosce i rischi associati all’update. 

Il messaggio dice: “Questo PC non soddisfa i requisiti minimi di sistema per l’esecuzione di Windows 11: questi requisiti aiutano a garantire un’esperienza più affidabile e di qualità superiore. L’installazione di Windows 11 su questo PC non è consigliata e potrebbe causare problemi di incompatibilità. Se procedi con l’installazione di Windows 11, il tuo PC non sarà più supportato e non avrà diritto a ricevere aggiornamenti. I danni al PC dovuti alla mancanza di compatibilità non sono coperti dalla garanzia del produttore. Selezionando Accetta, stai riconoscendo di aver letto e compreso questa dichiarazione”. 

Leggi anche:  CRIF investe in Fido e punta a rafforzare la capacità dei consumatori di ottenere credito