Google Meet estende il limite di partecipanti a 500 persone

Google Meet estende il limite di partecipanti a 500 persone

Raddoppiato il numero di utenti connessi nella stessa stanza per i livelli di abbonamento più alti

Google ha annunciato, attraverso il blog di Google Workspace, che gli abbonati ai livelli Business Plus, Enterprise Standard, Enterprise Plus ed Education Plus di Meet possono ora ospitare fino a 500 partecipanti in una singola chiamata, rispetto ai 250 per i clienti Enterprise. La disponibilità è in rollout da ieri e dovrebbe essere completata entro oggi. Altri utenti di Workspace e G Suite, così come i gratuiti, sono ancora bloccati con un limite di 100 partecipanti per stanza. Oltre a questi, Meet permette di effettuare live streaming con spettatori per un massimo di 100.000 account connessi nello stesso momento. Nei mesi della pandemia, Google ha visto una crescita inattesa ed esponenziale di Meet. Questo ha portato il colosso statunitense ad investire sempre di più sulla sua piattaforma di videoconferenze.

“Ci auguriamo che aumentando le dimensioni massime delle riunioni sia più facile connettersi e collaborare con colleghi, clienti e consumatori” ha spiegato Google sul suo blog. Google ha aggiornato il suo servizio di videoconferenza con diverse nuove funzionalità negli ultimi mesi, inclusa una funzione di blocco audio e video che consente a un host di disattivare l’audio dei partecipanti durante una chiamata. A settembre, la società ha annunciato alcune modifiche all’offerta di Workspace, che aggiunge il supporto per effettuare chiamate vocali e video dall’app Gmail, come parte degli sforzi dell’azienda per competere con servizi concorrenti come Microsoft 365.

Con il nuovo limite di partecipanti alle riunioni video, i clienti di Google Workspace potranno ospitare più utenti nel servizio dell’azienda. Tuttavia, va notato che attualmente proprio il concorrente diretto, Microsoft Teams, permette un collegamento diretto e contemporaneo di 1000 utenti ad una singola riunione.

Leggi anche:  smeup scende in campo per le aziende