Zucchetti in Qatar per la “2021 Fifa Arab Cup”

Stadio “Ras Abu Aboud”, rinominato “974”, come il numero di container e il prefisso internazionale del Qatar

Per assicurare il corretto svolgimento dell’evento sportivo, previsto dal 30 novembre al 18 dicembre, Zucchetti gestirà il controllo degli accessi di quattro impianti sportivi, che verranno utilizzati anche per i Mondiali di calcio del 2022

Anche se la capienza degli stadi non è ancora tornata ad essere al 100%, tuttavia per ogni partita di calcio importante vengono accolte decine di migliaia di tifosi. La sicurezza è dunque un elemento fondamentale, frutto della progettazione accurata di ogni evento sportivo, a partire dal controllo degli accessi, in modo che vi sia piena corrispondenza fra biglietti venduti ed effettivi ingressi.

Zucchetti vanta una quarantennale esperienza in ambito safety & security e grazie alla forte spinta verso l’innovazione tecnologica (solo qualche giorno fa ha ricevuto da “Eccellenza d’impresa” il prestigioso riconoscimento in questa categoria, nonché quello di vincitore assoluto) è in grado di essere il valido partner tecnologico a sostegno della sicurezza per le manifestazioni sportive di maggior respiro internazionale.

L’azienda di Lodi torna in Qatar per la “2021 Fifa Arab Cup”, prevista dal 30 novembre al 18 dicembre, dopo il successo ottenuto a febbraio di quest’anno, sempre nei territori arabi, per il controllo accessi agli stadi in occasione del “Mondiale per Club Fifa 2020”, che aveva segnato la felice ripresa dei grandi eventi sportivi dopo la pausa forzata dell’anno precedente.

Nei sei stadi che ospiteranno la “2021 Fifa Arab Cup”, con capienza massima consentita al 75%, saranno presenti decine di migliaia di tifosi per tutte le fasi del torneo. Gli stadi gestiti da Zucchetti, per un totale di 22 incontri, finale inclusa, sono quattro: Al Bayt Stadium, Ras Abu Aboud Stadium, Education City Stadium e Al Janoub Stadium.

Leggi anche:  I nuovi colletti grigi della creatività programmatica

“La nostra ‘squadra’, perché proprio così ci piace chiamarla, è in Qatar da diversi giorni per mettere a punto i vari sistemi di controllo accessi. Gestiamo complessivamente quasi 500 lettori, con il supporto di una quarantina di palmari”, ha dichiarato Marco Marchetti, amministratore di Zucchetti Axess (Gruppo Zucchetti). “Oltre alla tecnologia”, prosegue Marchetti, “forniremo assistenza in loco con un nostro team di esperti che collaborerà con gli organizzatori dell’evento sportivo per assicurare il corretto funzionamento degli impianti”.

Tutto è pronto anche in vista del prossimo importantissimo appuntamento con i Mondiali di calcio del 2022 in Qatar quando Zucchetti giocherà un ruolo fondamentale per la gestione della sicurezza negli stadi.