Cisco Italia e Nana Bianca: inaugurato un nuovo spazio all’Innovation Center

Cisco Italia e Nana Bianca: inaugurato un nuovo spazio all’Innovation Center

Grazie alla collaborazione con lo startup studio Nana Bianca, da oggi il team di Cisco Italia è presente nell’Innovation Center di Fondazione CR Firenze, all’insegna dello sviluppo tecnologico, dell’innovazione e del lavoro in sinergia

Cisco ha un luogo in più dove essere presente con la propria attività. Grazie alla collaborazione con lo startup studio Nana Bianca, l’azienda inaugura oggi un suo spazio all’interno dell’Innovation Center di Fondazione CR Firenze, un ambiente pensato per la città e animato dal concetto di lavoro flessibile, dove il fascino di un granaio di epoca Medicea della fine del ‘600 si unisce al concetto stesso di innovazione.

Dopo le esperienze di Milano in Talent Garden e di Napoli all’Università Federico II, Cisco Italia fa dunque tappa nel capoluogo toscano per essere in prima linea nei posti dove il concetto di innovazione gioca un ruolo da protagonista. E in questo senso Nana Bianca è senza dubbio tra i centri tecnologici più importanti d’Italia. Un modello importante per l’intero ecosistema italiano delle startup, che può contare sull’expertise di un player internazionale come Cisco per favorire un modello di lavoro il più flessibile possibile, soprattutto quando l’evoluzione tecnologica si confronta con le esigenze di adottare nuovi luoghi, modi e concetti di lavoro, di essere cittadini e di fare impresa per azzerare le distanze geografiche con la più vasta flessibilità possibile.

Per Cisco annullare le distanze significa infatti non solo curare lo sviluppo di quei prodotti tecnologici che garantiscono connessioni veloci e stabili, ma anche essere presente sul territorio e vicina alle esigenze degli utenti. Soprattutto nell’ultimo anno e mezzo, periodo che ha trasformato profondamente la società e il business. In un contesto complesso che stiamo ancora vivendo, il digitale è stato ed è uno dei protagonisti assoluti.

Leggi anche:  Il cambiamento è la nuova normalità: perché la fiducia sarà al primo posto per le aziende nel 2022

“Mettere al centro l’essere umano rappresenta per Cisco uno dei punti cardine. Noi pensiamo sicuramente a un modello di lavoro flessibile, ma anche all’ufficio come luogo di aggregazione”, ha dichiarato Gianmatteo Manghi, Amministratore Delegato di Cisco Italia. “Per questo abbiamo aperto spazi anche al Talent Garden di Milano e all’Università Federico II di Napoli. E ora il nostro ingresso nell’Innovation Center di Firenze, favorito dalla collaborazione con Nana Bianca, rappresenta una tappa in più all’interno di questo cammino, soprattutto perché si svolge in una città come Firenze che per secoli è stata il centro di scambi culturali decisivi per la Storia dell’Uomo”.

“Partecipare alla vita economica e sociale di un territorio significa contribuire attivamente al suo sviluppo e alla nascita di nuove idee di business. Da sempre Nana Bianca si pone come motore e facilitatore della trasformazione”, sottolinea Alessandro Sordi, amministratore delegato di Nana Bianca. “L’impegno di favorire l’incontro della realtà imprenditoriale con quella istituzionale e sociale è cruciale per andare sempre più verso un sistema di sviluppo sostenibile; in grado di rispondere alle esigenze di flessibilità che sia le imprese sia i cittadini chiedono per mettere in pratica il salto evolutivo. La partnership con Cisco Italia va proprio nella direzione di agevolare l’incontro e l’utilizzo degli strumenti tecnologici al servizio del benessere del territorio in cui si opera”.

Per esplorare l’evoluzione e la partnership, l’Innovation Center di Fondazione CR Firenze ospita un incontro-dibattito sul progresso della vita sociale ed economica della Regione Toscana e della città di Firenze attraverso la trasformazione digitale. Con la guida della influencer e content creator Florencia Di Stefano, storie e racconti di esperienza e visione con il Presidente di Fondazione CR Firenze, Luigi Salvadori; l’assessora all’innovazione e alla Smart City del Comune di Firenze, Cecilia del Re; Alessandro Sordi, amministratore delegato di Nana Bianca; Gianmatteo Manghi, amministratore delegato di Cisco Italia; Agostino Santoni, vice presidente per il Sud Europa di Cisco; Enrico Mercadante, responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Transformation Cisco Italia; Paolo Barberis, founder Nana Bianca; Lucia Cioni, Operations Manager Collabora; Stefano Epifani, presidente Fondazione per la Sostenibilità Digitale; Andrea Nardi Dei, CEO Vino.com; Lapo Baroncelli, vice presidente Confindustria Firenze con delega per le Smart Cities; Matteo Casanovi, presidente Firenze Smart.