Elon Musk e Tesla avevano annunciato un robot umanoide nel 2022

Elon Musk e Tesla avevano annunciato un robot umanoide nel 2022

Come altri progetti, l’annuncio potrebbe non realizzarsi nell’anno, non come il mondo pensa

Nell’agosto 2021, Elon Musk aveva annunciato che Tesla avrebbe costruito un robot umanoide progettato per “eliminare compiti pericolosi, ripetitivi e noiosi” e rispondere ai comandi vocali, svelando l’arrivo di un prototipo nel 2022. L’azienda può raggiungere l’obiettivo? Musk è un tipo dagli annunci facili: aveva promesso di mettere in circolazione un milione di taxi a guida autonoma entro il 2020.

Niente di tutto ciò. Poi ha propagandato l’arrivo di un camion Tesla sempre lo scorso anno e un Cybertruck subito dopo nel 2021. Zero di zero. Tutte queste scadenze non sono state rispettate. Lo stesso Musk ha ammesso di non essere puntuale ma insiste sul fatto che la maggior parte delle sue previsioni alla fine si avvereranno.

Il robot, denominato Optimus all’interno dell’azienda, sarà alto 173 centimetri, peserà 57 kg e sarà in grado di trasportare un carico fino a 20 chilogrammi, secondo la presentazione di Musk ad agosto. “Tesla è probabilmente la più grande azienda di robotica del mondo perché le nostre auto sono come robot semi-senzienti su ruote” aveva affermato. “Ha senso mettere questo know-how sotto forma di umanoide”.

Zhongyu Li dell’Università della California, Berkeley, sentito sul tema dalla rivista New Scientist, afferma di ammirare la lungimiranza dell’imprenditore, ma pensa che il progetto sia fin troppo ambizioso. Tesla raggiungerà il suo obiettivo di dimostrare un prototipo di qualche tipo, ma forse incontrerà problemi nel portarlo sul mercato.

“Far funzionare un prototipo per alcune brevi dimostrazioni non è così impegnativo per i loro abili ingegneri, ma offrire un prodotto affidabile per la vita quotidiana è un’altra storia. Ha bisogno di hardware, di un algoritmo di controllo in grado di prevenire la caduta del robot, di rilevare ed evitare ostacoli, e tutto questo potrebbe richiedere degli anni”. 

Leggi anche:  Twitter istituisce una divisione dedicata alle criptovalute

Altri credono che la tecnologia sia possibile, ma non nella forma promessa da Musk. Florian Richter dell’Università della California, San Diego, indica come strada da seguire il robot Atlas di Boston Dynamics, che può correre, saltare ed eseguire una serie di compiti, ma che ha anche un corpo ingombrante e un grande pacco batteria. “Hanno molto lavoro da fare. Penso che il loro obiettivo di un prototipo entro un anno sia totalmente fattibile, ma probabilmente con la metà della potenza desiderata e una sorta di compromesso in termini di peso” ha detto Richter.