Facebook rimuove i falsi gruppi novax gestiti dai truffatori

Facebook rimuove i falsi gruppi novax gestiti dai truffatori

I criminali colgono l’occasione delle proteste in Canada per creare campagne truffa

Mentre i gruppi novax negli Stati Uniti tentano di mettere in scena la propria versione del “Freedom Convoy” canadese, i criminali internazionali colgono l’occasione del trending topic per diffondere campagne truffa. Nel fine settimana, Meta ha riferito alla Reuters e a NBC News di aver rimosso diversi gruppi e pagine a supporto dei camionisti in realtà messe in piedi da truffatori in Vietnam, Bangladesh, Romania e altri paesi. La società ha affermato che molti di quei gruppi hanno recentemente cambiato nome per adottare termini come “camionista”, “libertà” e “convoglio” nella speranza di trarre vantaggio dall’improvviso interesse per i raduni che si verificano oltre oceano. Molte di quelle pagine includevano collegamenti a siti che vendevano prodotti pro-Trump e di propaganda novax.  

“Esprimere opposizione ai mandati del governo non è contro le politiche di Meta” ha detto un portavoce del colosso americano. “Tuttavia, abbiamo rimosso più gruppi e Pagine per aver violato ripetutamente le nostre politiche che negano i contenuti simil-QAnon e gestiti da spammer in diversi paesi del mondo”. La società continuerà a monitorare la situazione: “Oramai i truffatori si attaccano a qualsiasi questione scottante che attiri l’attenzione della gente, comprese le proteste in corso”. Nelle oltre due settimane da quando è scoppiato il movimento “Freedom Convoy” a Ottawa, in Ontario, la capitale del Canada è stata paralizzata dai manifestanti anti-vaccino che hanno usato i loro camion e auto per bloccare l’ingresso nel centro della città. La protesta ha attratto un gruppo eterogeneo di individui e gruppi di estrema destra, tra la QAnon “Queen”.

Leggi anche:  Gli editori tedeschi si oppongono al piano di Google di eliminare i cookie di terze parti