Il Gruppo Lutech consolida la partnership con Trend Micro

Il Gruppo Lutech consolida la partnership con Trend Micro
Alberto Roseo, managing director e CRO del Gruppo Lutech

Il Gruppo Lutech annuncia l’acquisizione della certificazione Trend Micro Gold Partner a suggello di una lunga collaborazione sviluppata sia nell’ambito dell’offerta di prodotto che dei servizi gestiti.

L’offerta Trend Micro rappresenta un pilastro fondamentale della proposizione in ambito cybersecurity del Gruppo Lutech. Una proposizione che tradizionalmente segue un approccio end-to-end, partendo dalla fase di design e consulenza tecnologica fino all’implementazione e all’erogazione di servizi gestiti, eventualmente anche attraverso il proprio SOC (Security Operations Center).

In particolare, in un contesto in cui è prioritaria la gestione del rischio legato agli accessi da endpoint remoti connessi a Internet a seguito dell’escalation di attacchi di tipo Ransomware e Phishing, i clienti del Gruppo Lutech stanno già sperimentando il valore di soluzioni di endpoint security come Trend Micro Apex One e dei servizi gestiti per la sicurezza su ambienti cloud ibridi basati sulla piattaforma Trend Micro Cloud One.

I sempre più diffusi processi di migrazione delle aziende ad ambienti cloud, inoltre, aprono nuovi scenari di rischio ed esposizione agli attacchi: un progetto di cybersecurity in questi contesti richiede una soluzione di protezione adeguata. Una piattaforma di servizi di sicurezza unificata, come Trend Micro Cloud One – disponibile all’interno dell’offerta di servizi gestiti dedicati alla cybersecurity del Gruppo Lutech – semplifica realmente la gestione della protezione ambienti fisici e virtuali nel cloud ibrido, anche in presenza di container applicativi e di server obsoleti.

Inoltre, per il controllo unificato dei sistemi frammentati ed eterogenei, il Gruppo Lutech si affida alla piattaforma Trend Micro Vision One, forte delle proprie funzionalità XDR (Extended Detection & Response) per le attività di monitoraggio e risposta alle attività sospette all’interno del perimetro aziendale.

Leggi anche:  NFON: nuovo branding della comunicazione aziendale integrata

“Forti dell’approfondita conoscenza del valore dell’offerta, non abbiamo avuto dubbi nella scelta delle soluzioni Trend Micro per ambienti cloud e distribuiti a completamento dell’offerta di servizi gestiti per la cybersecurity – dichiara Alberto Roseo, Managing Director del Gruppo Lutech -. L’offering Trend Micro rappresenta un chiaro valore aggiunto nel momento in cui si manifesta l’esigenza di soluzioni efficaci e, soprattutto, allineate alle attuali necessità di protezione delle aziende clienti. Un’efficacia che si accompagna a un’ottima usabilità, a una grande flessibilità e all’ottimizzazione delle risorse computazionali coinvolte. Caratteristiche che apprezziamo ogni giorno nella protezione degli endpoint e dei server di tutto il Gruppo”.

Marco Compostella, Senior Channel Account Manager, Trend Micro Italy ha aggiunto: “Siamo convinti che per creare una partnership di successo, le aziende debbano condividere gli stessi valori. Ed è proprio questo un punto di vantaggio della nostra partnership con il Gruppo Lutech, ovvero il voler soddisfare il cliente all’interno di un percorso di crescita che prevede un servizio a 360 gradi, non solo la vendita di uno o più prodotti. La tecnologia oggi è a fianco del business e concorre al raggiungimento degli obiettivi in maniera decisiva, per questo siamo molto soddisfatti di questo accordo e crediamo che la nostra piattaforma di cybersecurity fornirà i migliori risultati a tutti i livelli di mercato”.

Infine, rispetto all’evoluzione futura della partnership, gli scenari di principale interesse riguardano la protezione di ambienti IT/OT. In particolare, il Gruppo Lutech sta lavorando insieme a Trend Micro a un sistema di protezione in ambito Healthcare. Si tratta di un Clinic SOC evoluto in cui, utilizzando l’apparato di sicurezza dedicato Trend Micro EdgeIPS, sarà possibile sgravare le strutture sanitarie dalla preoccupazione legata ai rischi di data breach, permettendo alle risorse del cliente di concentrarsi su aspetti più vicini ai propri obiettivi di cura dei pazienti.