Sparkle si affida al 400G di Juniper Networks

Sparkle si affida al 400G di Juniper Networks

Juniper supporta gli obiettivi di sostenibilità del service provider globale con una riduzione degli ingombri e dei consumi

Juniper Networks, leader nelle reti sicure basate su AI, annuncia che Sparkle, primo operatore di servizi internazionali in Italia e fra i primi nel mondo, utilizza le soluzioni 400G di Juniper per rispondere alle crescenti richieste di banda in modo affidabile ed efficiente. Inoltre, la rete experience-first di Juniper supporta gli obiettivi di sostenibilità di Sparkle permettendo un risparmio in termini di ingombri e di consumi nei suoi punti di presenza.

Con la sua dorsale globale di transito IP Tier-1 Seabone, Sparkle è una delle prime cinque reti Internet Tier 1 a livello globale garantendo accesso a Internet ad alta velocità a ISP e content provider in tutto il mondo. Sparkle fornisce i propri servizi tramite una rete proprietaria tecnologicamente avanzata di oltre 600.000 km di fibra comprendenti alcuni dei principali sistemi regionali in Europa, nell’area del Mediterraneo e nelle Americhe, oltre a diversi cavi sottomarini internazionali. Nel processo di innovazione continua portato avanti da Sparkle, la soluzione 400G di Juniper Networks permette a Sparkle di perseguire la missione di fornire ai clienti con maggiori esigenze di banda soluzioni personalizzate che garantiscono un’eccezionale esperienza utente, costi competitivi e massime prestazioni nel mercato internazionale delle telecomunicazioni.

La notizia in breve

  • La tecnologia Juniper permette a Sparkle di ridurre il consumo di spazio e di energia nei suoi PoP. Le connessioni 400G sono più semplici da gestire grazie al minor numero di porte. I significativi progressi compiuti da Juniper nell’area dei chipset permettono di ridurre i watt consumati per gigabit, consentendo una trasmissione di dati ad alta velocità e a ridotto consumo energetico.
  • Sparkle ha implementato i PTX Series Routers di Juniper, piattaforme ad alte prestazioni ottimizzate per il cloud, che permettono una migrazione fluida al 400G offrendo l’ampiezza di banda, la flessibilità e la maturità che caratterizzano l’ultima generazione di chipset Juniper.
  • I router PTX Series offrono un’elevatissima densità di porte, supporto 400GbE, flessibilità di filtraggio e un affidabile sistema operativo di rete che è alla base di generazioni di soluzioni ad alte prestazioni.
  • La tecnologia 400G offre a Sparkle nuovi livelli di scalabilità. I moduli transceiver ottici 400G garantiscono un minore costo per bit, offrendo la stessa ampiezza di banda in un minore spazio fisico.  Una valida rete 400G rappresenta un passo chiave per i provider Tier-1 come Sparkle che devono poter gestire una crescita continua di traffico.
Leggi anche:  Prysmian, contratto quadro con Terna da € 1,71 MLD

“La piattaforma 400G di Juniper sarà uno strumento chiave nella nostra sfida continua per soddisfare la crescente domanda di traffico a un prezzo molto competitivo in contesti in cui spazio ed energia sono aspetti cruciali, senza sacrificare affidabilità e funzionalità”, commenta Enrico Bagnasco, Chief Technology Officer di Sparkle. “Inoltre, una migliore economia di scala e una configurazione più densa supportano gli elevati standard su cui stiamo lavorando in termini di progettazione ecosostenibile ed efficienza energetica”.

“Siamo felici di supportare clienti come Sparkle nel loro sforzo di bilanciare la sostenibilità e l’esigenza di raggiungere i propri obiettivi commerciali e di customer experience”, aggiunge Raj Yavatkar, Chief Technology Officer di Juniper Networks. “Con Sparkle abbiamo in comune l’obiettivo di un impatto positivo sull’ambiente e siamo convinti che l’innovazione in una tecnologia sostenibile sia importante tanto quanto ridurre la nostra impronta ambientale”.