Weber trasforma i processi di magazzino sbloccando produttività e sicurezza con Ivanti

Weber trasforma i processi di magazzino sbloccando produttività e sicurezza con Ivanti

Ivanti Velocity e Ivanti Speakeasy hanno permesso a Weber di soddisfare le aspettative dei clienti con costi operativi ridotti, nonostante l’aumento della domanda durante la pandemia

Ivanti Wavelink, la business unit di Ivanti per le soluzioni di supply chain, annuncia l’implementazione delle soluzioni Ivanti Velocity e Ivanti Speakeasy in Weber, azienda leader nel mercato delle grigliate domestiche, per affrontare le sfide della supply chain, ottimizzare i processi di magazzino e ottenere vantaggi in termini di produttività e sicurezza. Nonostante le attività dell’organizzazione fossero già supportate dalla tecnologia, i recenti investimenti effettuati nelle soluzioni Ivanti Wavelink hanno migliorato i workflow e ridotto i tempi di formazione.

Prima della pandemia, il team di Weber in Australia aveva utilizzato la tecnologia di mobile computing per gestire le attività quotidiane del magazzino, come la sistemazione dei prodotti e il ritiro degli ordini. Nonostante questa impostazione, sussistevano alcune criticità, tra cui l’elevato numero di clic richiesto per elaborare una transazione. Questo comportava problemi di produttività e sicurezza, causati dall’eccessivo tempo trascorso dai dipendenti sui dispositivi, impedendo loro di ritirare le merci in sicurezza. Lavorare in un magazzino Weber implica la movimentazione di articoli ingombranti, richiedendo una certa flessibilità nei movimenti del lavoratore. In aggiunta, a causa di un sistema operativo non più supportato, i dispositivi mobili rugged utilizzati stavano raggiungendo la fine del proprio ciclo di vita. L’arrivo della pandemia ha ulteriormente aggravato questa situazione, presentando un ulteriore problema all’inizio del 2020. Difatti il lockdown ha cambiato il modello di business di Weber, offrendo la spedizione gratuita per gli ordini online, aumentando così le vendite e la conseguente pressione sul magazzino.

Leggi anche:  PTA Group presenta Space Value: il nuovo marketplace dedicato allo specialty leasing

Per risolvere queste nuove sfide, Weber ha lavorato con il suo fornitore di device mobili per sostituire le soluzioni esistenti con dispositivi Honeywell CT40 dotati di sistema operativo Android. Utilizzando Ivanti Velocity, Weber ha poi migrato e aggiornato le proprie applicazioni basate sul green screen in un layout moderno e touch-enabled su Android, senza dover scrivere una riga di codice. Questo ha permesso all’azienda di adottare i nuovi dispositivi all’interno del magazzino in pochi giorni, ottimizzando immediatamente i processi con applicazioni più intuitive.

Con le nuove applicazioni attive in Ivanti Velocity, Weber ha deciso di integrare la soluzione vocale Ivanti Speakeasy nei propri processi, eliminando l’interazione fisica del personale con i propri dispositivi. Questo passaggio è avvenuto in sole due settimane dall’adozione dei nuovi device mobili, un risultato che non è ancora stato raggiunto da altri vendor. Ad oggi il personale del magazzino può affidarsi a comandi e riconoscimenti vocali, salvaguardando la propria mobilità. L’implementazione di questa soluzione ha sollevato i manager da costanti preoccupazioni, incrementando significativamente l’aumento della produttività.

“Il passaggio ai processi voice-based nel magazzino dell’azienda ha avuto un impatto significativo”, ha affermato Terry Garner, Weber Logistics Manager for Australia and New Zealand. “Abbiamo registrato una riduzione di 12 secondi nel tempo impiegato per ritirare un articolo. Questo permette di guadagnare 20 minuti per ogni 100 articoli prelevati, generando un notevole incremento della produttività, soprattutto considerando che Weber Australia preleva circa 600 articoli al giorno. Con la nuova soluzione vocale, abbiamo guadagnato due ore al giorno, aumentando la produttività e soddisfando le aspettative dei clienti nonostante il vertiginoso aumento della domanda”.

Leggi anche:  Fincons Group e il MIA sconfiggono le incertezze con la piattaforma ibrida MIA DIGITAL

Garner ha continuato: “Questa soluzione rende il personale più produttivo e più protetto, mentre i manager possono godere di una migliore visibilità e precisione sui movimenti di magazzino. In aggiunta, attraverso applicazioni più intuitive, l’azienda può assumere nuovo personale di magazzino. Tutto questo consente a Weber di soddisfare le aspettative dei propri clienti, anche di fronte a un aumento della domanda”.

Nel complesso, Ivanti Velocity e Ivanti Speakeasy hanno permesso alle operazioni di Weber in Australia di soddisfare le aspettative dei clienti anche durante il periodo pandemico, contenendo i costi operativi e preparandosi ad affrontare nuovi scenari lavorativi. Di recente, Weber ha ampliato il proprio magazzino in Australia da 600mq a 2500mq. L’adozione di Ivanti Speakeasy ha supportato efficacemente anche questo cambiamento consentendo ulteriori miglioramenti dei processi attraverso il framework Ivanti Velocity.

“Siamo orgogliosi che Weber abbia scelto le nostre soluzioni Ivanti Wavelink per velocizzare le operazioni di magazzino e aumentare la produttività”, ha dichiarato Brandon Black, Senior Vice President and General Manager, Ivanti Wavelink. “L’implementazione delle nostre tecnologie è avvenuta molto rapidamente, permettendo a Weber di realizzare in tempi rapidi il ROI e mantenere il passo con l’incremento della domanda. Siamo entusiasti di poter continuare a supportare Weber nei propri processi di magazzino attraverso le potenzialità di Ivanti Speakeasy, sbloccando la produttività attraverso Velocity”.