Da Robinhood la carta di debito che investe automaticamente in cripto

Da Robinhood la carta di debito che investe automaticamente in cripto

Il sistema arrotonderà la cifra degli acquisti per comprare Dogecoin o Ethereum

L’americana Robinhood ha annunciato una nuova carta di debito, denominata Robinhood Cash Card. Qual è la novità? L’opzione per i clienti di investire automaticamente in criptovalute quando spendono denaro. Robinhood arrotonderà le transazioni effettuate utilizzando la carta al dollaro più vicino e utilizzerà la somma extra per acquistare i beni scelti dall’utente. Quindi, si spenderanno 10,55 dollari per un paio di pizze e Robinhood arrotonderà il pagamento ad 11 dollari utilizzando gli extra 0,45 per acquistare Dogecoin o Ethereum. Funzionalità di investimento simili sono già offerte da società come Acorns.com e Stash.com.

Per incoraggiare l’uso di questa funzione, Robinhood regalerà alle persone dal 10 al 100 percento in più del loro denaro settimanale (limitato a 10 dollari a settimana). In un’intervista con il podcast The Verge, il chief product officer di Robinhood, Aparna Chennapragada, ha affermato che la cifra esatta fornita dall’azienda sarebbe stata decisa da un “algoritmo di ricompensa variabile”. Chennapragada ha affermato che la funzione di riepilogo “incentiva le persone a fare di più la cosa buona. Ancora una volta, quel [denaro] può essere investito in contanti, in criptovalute, in azioni, in altre spese e così via”. Il manager non ha detto se agli utenti verranno offerte informazioni su come funziona l’algoritmo di ricompensa, che potrebbe rivelarsi una caratteristica leggermente controversa. 

I meccanismi di ricompensa casuale sono spesso criticati per la loro natura di dipendenza: incoraggiano gli utenti a continuare a giocare nei casinò o nei videogiochi, ad esempio. E mentre regalare agli utenti qualche dollaro non è di per sé pericoloso, per i detrattori di Robinhood (che affermano che l’azienda incoraggi abitudini commerciali pericolose) potrebbe essere un altro esempio di investimento dell’azienda in quelli che possono essere mercati rischiosi e volatili. La carta non ha costi di abbonamento, nessun conto minimo, nessuna commissione di scoperto e alcuna commissione ATM. Non è chiaro quale rete stia utilizzando Robinhood per la carta di debito, ma la sua precedente carta, Cash Management, poggiava su Mastercard.

Leggi anche:  L’innovazione in banca, la svolta dell’open banking