Realtà aumentata, Meta avrà i suoi occhialini

Realtà aumentata, Meta avrà i suoi occhialini

Secondo report recenti l’azienda di Zuckerberg lancerà il dispositivo AR nel 2024

Secondo fonti anonime, Meta punta a lanciare i suoi primi occhiali AR nel 2024, come parte dell’iniziativa Project Nazare. Al modello ne seguiranno altri, già programmati, per il 2026 e il 2028. Il rapporto, citato da The Verge parla di un paio di occhiali indipendenti dal telefono, con l’opportunità di essere gestiti anche tramite accessori esterni, come un braccialetto basato su impulsi elettrici per eseguire vari controlli. Meta, quando ancora si chiamava Facebook, aveva diffuso primarie informazioni su input alternativi tramite il lavoro dei suoi Labs. Pare che tale lavoro possa presto prendere una forma concreta.

Il primo modello dovrebbe essere basato su Android e offrire un’esperienza AR “completa” con immagini 3D, eye tracking, una fotocamera, audio stereo, un campo visivo relativamente ampio e un aspetto “socialmente accettabile”. La caratteristica centrale sarebbe la comunicazione con gli “ologrammi” di altre persone, proprio come Meta mostra in un video che ha accompagnato il suo grande rebranding lo scorso autunno. L’amministratore delegato Mark Zuckerberg crede che ciò fornirà un’esperienza più avvincente rispetto alla semplice videochiamata.

Non è difficile capire perché Meta e Zuckerberg potrebbero riversare così tanta energia negli occhiali AR. Meta ha una reputazione sempre più negativa a causa di problemi di privacy, controversie sui contenuti e pressioni normative. L’azienda sta anche vivendo un non felicissimo periodo di stallo nel numero di utenti, dato che la concorrenza si fa pressante, giorno dopo giorno. Gli occhiali in teoria aiuterebbero Meta a lasciarsi alle spalle gli scandali e a riconquistare lo status di impresa innovativa di cui era stata fregiata nei primi anni di vita. 

Leggi anche:  WhatsApp lancia l’anteprima dei messaggi vocali prima di inviarli