Transizione digitale e cloud, corre veloce il business di Infor

Transizione digitale e cloud, corre veloce il business di Infor

Il mercato europeo traina la crescita dell’azienda leader nello sviluppo di prodotti software ERP in cloud

L’emergenza sanitaria non frena la crescita di Infor. Questi i numeri presentati dal Board al completo nel recente briefing con la stampa e gli analisti dal quartier generale di New York nel corso del quale l’azienda ha anche illustrato le nuove strategie di espansione sul mercato. Infor dichiara un fatturato in crescita di oltre 3 miliardi di dollari, realizzato per oltre un terzo dalla voce SaaS. «Espansione – illustra Matt Flamini, CFO di Infor – trainata dalle vendite nelle due maggiori Region, EMEA (+32%) e Nord America (+17%) nelle quali Infor sviluppa il proprio business, rispettivamente con il 40 e il 45% del fatturato». Una crescita straordinaria – sottolinea Kevin Samuelson, CEO di Infor: «L’adozione del cloud in Europa, iniziata in maniera più lenta rispetto ad altre Region, ha subito un’accelerazione importante. Il ritmo con cui le aziende dimostrano il loro desiderio di passare al cloud è drammaticamente diverso rispetto a due anni fa. Propensione questa che ci ha aperto un gran numero di opportunità».

La forza del cloud

Spinta peraltro confermata dall’aumento di clienti unici dichiarati dall’azienda – circa 14.000 a fronte dei 65,000 clienti complessivi – della piattaforma cloud – un mix di soluzioni commerciali, Amazon Web Services su tutte, e open source – dalla quale Infor eroga le proprie soluzioni. Risultati questi che premiano i cospicui investimenti effettuati già a partire dalla seconda metà del decennio scorso da parte dell’azienda. «Il cloud è un pilastro fondamentale della trasformazione digitale» osserva Samuelson. «Dalla quale tuttavia le organizzazioni riescono a trarre il massimo se adottano soluzioni software specifiche per il settore in cui operano. Il vecchio Continente da questo punto di vista ci vede in una posizione di vantaggio rispetto ai nostri competitor». Tecnologia – sottolinea Samuelson – che sfrutta la scienza dei dati e si integra facilmente nei sistemi esistenti. «L’esempio è il nostro sistema CRM, perfettamente integrabile con Salesforce una delle soluzioni più diffuse sul mercato. Vogliamo essere aperti a qualsiasi alternativa che permetta ai nostri clienti di avere successo. Per questo costruiamo le integrazioni in modo tale che i clienti possano disporre di un ecosistema aperto, indipendentemente dal fatto che si utilizzino i nostri prodotti o quelli di qualcun altro».

Leggi anche:  Seeweb, i vantaggi di Cloud Server GPU

Centralità del cliente

Approdo questo costruito sull’ascolto costante delle esigenze della clientela. «Volevamo fosse molto chiaro ai nostri clienti che ci saremmo impegnati in questo viaggio con loro per ottenere quei risultati a cui aspiravano. Eppure – ammette John Frank, President, Customer Experience – il feedback che ricevevamo non era in linea con quella promessa. I clienti ci percepivano come un’organizzazione divisa in silos. Così abbiamo deciso di sviluppare un nuovo approccio. Per abbattere quei silos artificiali e costruire il necessario tessuto connettivo tra il cliente e il team sul campo. Un cambio di mentalità necessario per concentrarci sui risultati attesi dai clienti. Attraverso un percorso, in particolare nel mondo SaaS, fatto di ottimizzazione continua, ricchezza di funzionalità e affinazione delle nostre capacità». Obiettivo perseguito attraverso alcuni cambiamenti. Come la nomina di una figura che fungesse da punto di contatto principale e una serie di aggiustamenti della piattaforma, «perché fosse ancora più aderente ai bisogni della clientela e al nostro ruolo di fornitori di software cloud. Una piattaforma – completa il ragionamento Frank – basata su tre pilastri: dedizione, innovazione e centralità del cliente. Gli stessi che guidano Infor oggi».

Previsioni di crescita e anticipazioni

In Infor si stima che le entrate SaaS costituiranno circa l’88% di quelle previste per l’anno in corso. «Oggi siamo a tutti gli effetti un’azienda SaaS focalizzata sui nostri settori chiave» spiega Flamini, CFO del Gruppo. «Una transizione che procede secondo i piani e che ci fa dire che siamo sulla buona strada per diventare una società quasi esclusivamente SaaS». In quest’ottica entro l’anno Infor prevede il lancio della nuova funzionalità per la modellazione dei processi. Una decisione presa all’indomani dell’acquisizione di Signavio già partner strategico dell’azienda, da parte di SAP. Feature che combinando data lake  e modellazione AI ottimizzerà processi e operations nei verticali di riferimento –  andando oltre il process mining.