DeviantArt ha aperto a tutti lo strumento per proteggere gli NFT

DeviantArt ha aperto a tutti lo strumento per proteggere gli NFT

La piattaforma può notificare se un’opera originale viene utilizzata altrove senza autorizzazione

Ci sono molti casi nel mondo Web3 in cui i progetti presentano arte rubata che viene trasformata in NFT senza il permesso dei creatori. DeviantArt , una comunità di arte e design online fondata nel 2000, sta aprendo a tutti il ​​suo strumento di protezione NFT. Fino ad ora, il tool era disponibile solo per i membri della comunità DeviantArt. Ma adesso qualsiasi artista può iscriversi. Basta andare sul sito di DeviantArt Protect, cliccare su Partecipa alla beta e iscriversi al servizio di protezione utilizzando la propria email. A quel punto, si potranno caricare 10 immagini PNG o JPG da proteggere.

Al sito TNW, DeviantArt ha affermato che come azienda responsabile di una comunità di artisti da 22 anni, ha una forte inclinazione a proteggere gli interessi dei suoi utenti. L’azienda ospita 70 milioni di artisti, con oltre mezzo miliardo di immagini sulla piattaforma. Dispone inoltre di strumenti per la pubblicazione, il marketing e la monetizzazione. L’anno scorso ha creato la funzione di protezione NFT per proteggere la proprietà delle opere uniche che ospita. Liat Karpel Gurwicz, CMO dell’azienda, ha affermato che il Web3 è una piattaforma che può creare equità per il lavoro, ma deve ancora mantenere pienamente le sue promesse. Quindi è importante proteggere i creatori da pericoli come i furti con la tecnologia cross-chain e cross-marketplace. Ha notato che lo strumento dell’azienda funziona su otto blockchain tra cui Ethereum, Polygon, Palm e Flow. Al momento della scrittura, la tecnologia ha scansionato più di 345 milioni di NFT e ha inviato più di 245.000 avvisi agli artisti.

Leggi anche:  Russia, adesso in bilico è l’intera internet