Siav chiude il 2021 con ricavi pari a 34 milioni di euro

Siav chiude il 2021 con ricavi pari a 34 milioni di euro

Il dato, generato dall’intero gruppo, supera le aspettative registrando un trend positivo per l’azienda veneta che si pone l’obiettivo di consolidarlo nell’arco del 2022 attraverso una serie di azioni, tra cui nuovi progetti e partnership

Siav, realtà informatica leader di sviluppo software e di servizi informatici specializzata nei processi digitali, nella gestione documentale e nella dematerializzazione, chiude l’anno con ricavi a livello di gruppo pari a 34 milioni di euro.

“Il 2021 è stato per noi molto importante sia per le partnership e i numerosi progetti che abbiamo portato avanti, come l’integrazione di e-press, sia per i diversi interventi che abbiamo realizzato in termini di tecnologia, al fine di poter ampliare la nostra offerta. L’impegno è stato premiato dai risultati raggiunti, che superano le nostre aspettative – del + 10% rispetto all’anno precedente – e che ci fanno pensare di avere gli strumenti adatti per poter consolidare questo trend positivo anche nell’anno in corso” dichiara Nicola Voltan, CEO di SIAV.

L’azienda, che ha sede a Rubano in provincia di Padova, ha iniziato il 2022 con un‘azione di grande rilevanza:

Siav è, infatti, diventata Società Benefit, ufficializzando con un nuovo statuto l’impegno a operare in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territorio e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni e altri portatori di interesse. Si tratta di un passo decisivo per ottenere la certificazione Benefit Corporation, prossimo obiettivo in termini di responsabilità sociale.

“Stiamo lavorando per incrementare le partnership e le acquisizioni, che porteranno a nuovi inserimenti in azienda, confermiamo gli investimenti in attività di Ricerca & Sviluppo – cui sarà destinato un budget  di 7 milioni di euro – e l’impegno nel settore della formazione, con la Fondazione Siav Academy, perché riteniamo che sia strategico confrontarci con le nuove generazioni per un continuo rinnovamento della cultura aziendale” continua Voltan.

Leggi anche:  Almawave: acquisito il 100% di Sistemi Territoriali

La formazione rappresenta un tema molto caro all’azienda: nel 2021 i dipendenti e i collaboratori di Siav hanno avuto l’opportunità di implementare ulteriormente le proprie competenze tecniche e trasversali grazie a un piano di investimento dedicato. Sono, infatti, state erogate oltre 6.000 ore di formazione, ad esclusione di quella obbligatoria, parte delle quali destinate all’acquisizione di certificazioni tecniche da parte dei Manager e parte alla formazione green, in linea con l’ottenimento della certificazione B-Corp. A sottolineare il ruolo fondamentale delle persone, vero motore dell’azienda, il dipartimento HR ha portato avanti una serie di attività volte a rafforzare il networking di conoscenze e a consolidare lo spirito di squadra a partire dal progetto “Discovering Siav” che prevede un piano di rotazione del personale per approfondire i processi in essere e per dare la possibilità a tutti di comprendere come è organizzato ogni reparto. “Di estrema rilevanza gli eventi che abbiamo organizzato in collaborazione con diverse Università – come Ferrara, Roma, Catania, Padova – che favoriscono lo scambio di sapere tra mondo accademico e realtà imprenditoriali e le attività di coaching da parte dei Manager negli atenei, oltre a tutti i numerosi webinar organizzati. Si tratta naturalmente di azioni strategiche che continueremo a portare avanti anche nei prossimi anni” conclude Nicola Voltan.