California ci siamo, arriva il primo robotaxi

California ci siamo, arriva il primo robotaxi

Cruise potrà offrire il servizio di corsa senza un conducente umano a bordo

Cruise ha ricevuto il primo permesso di impiego di taxi senza conducente dalla California Public Utilities Commission. Ciò consente all’azienda di lavorare con i suoi mezzi autonomi a San Francisco. Ufficialmente, Cruise diventerà la prima e unica compagnia a offrire un servizio commerciale del genere in una grande città degli Stati Uniti. Con questo permesso, Cruise può svolgere servizio passeggeri al pubblico con la sua flotta di 30 veicoli completamente elettrici, senza la presenza di un autista di sicurezza.

Il servizio taxi è limitato a determinate strade di San Francisco e può funzionare solo a una velocità massima di 48 km/h, dalle 22:00 alle 6:00 tutti i giorni. Non può offrire corse a pagamento in caso di pioggia battente, nebbia fitta, fumo intenso, grandine, nevischio o neve.

Ma le cose potrebbero cambiare presto anche in altre città degli States. Waymo ha lanciato veicoli completamente autonomi nel 2020 a Phoenix, in Arizona, e ha gradualmente ampliato le sue offerte, a volte utilizzando un autista di sicurezza umana man mano che le aree crescevano. Il mese scorso, il co-CEO di Waymo, Dmitri Dolgov, ha annunciato che la società stava rimuovendo i conducenti di sicurezza umana dalle sue operazioni robotaxi nel centro di Phoenix.

In Cina, Baidu e Pony.ai possono lavorare, a tariffa, nel distretto suburbano di Yizhuang a Pechino dal novembre 2021. Inutile dire che invece in Europa la situazione è molto più acerba, con le tensioni geo-politiche che non facilitano di certo gli sviluppi in materia e le aperture del mercato, almeno in tempi brevi.

Leggi anche:  Altea Federation supporta PermessoNegato nella lotta alla violenza online