La banca in cloud

La banca in cloud

Integrazione, consulenza e soluzioni software. L’approccio modulare di Sopra Steria per la trasformazione ad ampio spettro della banca

Il mercato finanziario italiano ha imboccato con decisione il cammino verso il cloud banking. Ma non tutti scelgono di procedere alla stessa velocità, percorrendo le stesse tappe. «È una strada ancora scollinata e diversificata, ma l’entusiasmo ha preso il posto dei dubbi iniziali, con più consapevolezza della necessità di trasformare l’esistente. Non basta più attivare nuovi canali di interazione come nella prima fase dell’Internet banking» – osserva Andrea Di Filippo, direttore della divisione Servizi Finanziari di Sopra Steria. Sopra Steria Group, leader europeo nella consulenza, nei servizi digitali e in qualità di system integrator, offre ai clienti un supporto consulenziale e applicativo. Sopra Banking Software, una delle società del gruppo, sviluppa infatti una piattaforma core banking modulare e completa, capace di venire incontro alle esigenze delle strategie di innovazione in cloud più avanzate.

A ciascuno il suo cloud journey

Se il concetto di infrastruttura virtuale è stato ampiamente sdoganato, come sottolinea Di Filippo, restano le riflessioni che ogni banca deve portare avanti nel definire un “journey to cloud” il più possibile fisiologico, incastrandolo nel proprio percorso evolutivo. Il software è solo una delle tre dimensioni di un provider che agisce anche sul fronte della “technical delivery” e della consulenza. «Da un lato – spiega Di Filippo – occorre individuare sul piano tecnico il modo di implementare la trasformazione, attraverso la conoscenza dei vari elementi che compongono la complessa architettura di una banca. Dall’altro si tratta di comprendere e gestire i processi di cambiamento anche culturale che i clienti devono affrontare». Operativamente, questi due rami sono affidati rispettivamente a Sopra Steria e al suo nuovo braccio consulenziale, Sopra Steria Next.

Logica modulare

Chi opta oggi per portare in cloud anche i processi core come il front end, i crediti, i pagamenti? «La fame di cambiamento ha paradossalmente una caratteristica trasversale: ci sono banche molto piccole che puntano da subito a una innovazione from scratch e grandi istituti che scelgono modelli più prudenti». In generale, la tendenza privilegia una trasformazione graduale e Sopra Steria si è adattata per rispondere a una logica di implementazione molto modulare, pensata per una trasformazione che porta al nuovo, salvaguardando la continuità operativa. «Intervenire su ogni singolo elemento del processo in modo disaccoppiato riduce i rischi e rende più gestibile la trasformazione» – afferma Di Filippo. Secondo il responsabile della divisione Servizi Finanziari, un altro punto di forza del system integrator è l’offerta sul fronte data analytics. «Amazon e Google hanno insegnato a tutti il valore della conoscenza approfondita dei clienti. Sopra Steria mette a disposizione moduli di business intelligence che partono dall’analisi a posteriori e arrivano, grazie al machine learning, alla parte più predittiva e avanzata di questo studio» – conclude Di Filippo. Una sfida complessa, perché nella banca in cloud il cliente non viene più intercettato solo nel tranquillo recinto della filiale sotto casa.

Leggi anche:  Piteco e Nexi: al via un servizio per abbreviare i tempi di pagamento nella filiera