Oracle protegge i dati degli iscritti a TikTok

L'UE conferma le indagini sulle pratiche di TikTok

Un rapporto indica che la Cina ha avuto accesso alle informazioni degli utenti statunitensi

Venerdì scorso, TikTok ha annunciato di aver iniziato a instradare i dati degli utenti americani ai server statunitensi di proprietà di Oracle. Ma un tempestivo rapporto di BuzzFeed News mette in dubbio ciò che la promessa di TikTok offre davvero, affermando che i dipendenti di TikTok con sede in Cina hanno “ripetutamente” avuto accesso ai dati degli utenti statunitensi nel corso di diversi mesi. Nelle registrazioni delle riunioni e delle presentazioni interne del personale ottenute da BuzzFeed News, i dipendenti avrebbero menzionato la necessità di dover chiedere ai loro colleghi in Cina di accedere ai dati degli utenti statunitensi, poiché non erano in grado di farlo da soli. Un membro del team del dipartimento di fiducia e sicurezza di TikTok avrebbe affermato che “si vede tutto in Cina”, mentre un altro avrebbe detto come la Cina “aveva accesso a tutto”. Secondo quanto riferito, questi eventi si sono verificati da settembre 2021 e gennaio 2022 e seguono accuse simili lo scorso anno.

TikTok ha dovuto affrontare anni di critiche per aver potenzialmente esposto i dati degli utenti statunitensi alla Cina, dove ha sede la società madre di TikTok, ByteDance. Nel 2020, l’ex presidente Donald Trump ha minacciato TikTok con un divieto a livello nazionale e ha tentato di costringere l’azienda a separare le sue risorse con sede negli Stati Uniti da ByteDance, definendola una minaccia alla sicurezza nazionale. Sebbene TikTok non abbia mai realmente venduto le sue risorse con sede negli Stati Uniti, ne aveva discusso con Oracle, il suo “partner tecnologico di fiducia”. L’ accordo sembrava essere arrivato all’ultima tappa dopo che il presidente Joe Biden è entrato in carica, ma ha finito per riemergere a marzo con i rapporti su qualcosa chiamato Project Texas.

Leggi anche:  Un Podcast per parlare di tecnologia senza tecnicismi: Enjoyable – Il Piacere del Tech

Questa iniziativa, che fa riferimento alla sede di Oracle con sede in Texas, dovrebbe proteggere i dati degli utenti statunitensi nei server Oracle, impedendo l’accesso dalla ByteDance in Cina. Non a caso, di recente TikTok ha annunciato la sua transizione ai server Oracle. “Da più di un anno, collaboriamo con Oracle su diverse misure nell’ambito delle nostre relazioni commerciali per salvaguardare meglio le nostre app, i nostri sistemi e la sicurezza dei dati degli utenti statunitensi. Oggi, il 100% del traffico degli utenti statunitensi viene instradato verso Oracle Cloud Infrastructure” ha sottolineato il social. La società aggiunge che utilizzerà i suoi server con sede in Virginia e Singapore per i backup, ma mira a eliminare i dati privati ​​degli utenti da questi server per “fare il pivot completo sui server cloud Oracle situati negli Stati Uniti”.