Quando la strada sale, non ti puoi nascondere! (E. Merckx)

Nel business, come nel ciclismo, coraggio e capacità di cambiare fanno la differenza tra chi vince e chi rimane indietro. Approfondiamo l’argomento in questo Webinar di Oracle in collaborazione con Data Manager

Il 28 Giugno alle ore 11 un webinar davvero fuori dagli schemi con Luca Guercilena (General Manager Trek Segafredo), Fabio M. Marchetti (Head of Digital Industries – Var Group | CEO – Var Industries | Vice President ANIE Automazione) e Sergio Gimelli (Solution Engineering Director Oracle).

Moderano Simone Marchetti (Business Development Manager Oracle) e Andrea Lawendel (Data Manager).

ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Niente è più come prima, nella vita lavorativa come in quella che viviamo ogni giorno, con le nostre famiglie, le persone e le cose a cui teniamo. A partire dal futuro del nostro pianeta. Un lavoro produttivo ma non stressante, di cui andare orgogliosi. Fabbriche capaci di rispondere alle sfide competitive più pressanti, facendo leva sul controllo, sull’automazione e l’intelligenza. Servizi efficienti e in linea con le mutevoli aspettative di consumatori e cittadini. Riduzione dell’impatto ambientale. Attenzione costante ai diritti, alla diversità, all’inclusione.

Tutto questo, per Oracle, è possibile attraverso una tecnologia che ci permette di gestire il business in modo più responsabile e sostenibile, monitorando non solo gli aspetti tipici della produzione industriale – la trasparenza dei conti, la salute del capitale umano, lo stato di efficienza delle macchine – ma l’intero bilancio sociale e ambientale dell’azienda.

Nel webinar discuteremo di un caso che non riguarda solo un’eccellenza industriale  nel campo della progettazione di un mezzo di trasporto amatissimo e super-sostenibile come la bicicletta, ma lo sport del ciclismo inteso come complessa realtà professionale fatta di studio, allenamento, organizzazione, continuo progresso tecnico e umano.

La bicicletta ed il ciclismo incarnano da sempre i valori della fatica e della bellezza. In Italia ciclismo e sistema produttivo sono da sempre legati a grandi imprese. Ma anche uno sport un tempo affidato soprattutto ai muscoli e all’estro di campioni leggendari, all’abilità dei gregari, si trasforma in un’impresa sempre più condizionata da un uso manageriale della tecnologia. Dalla progettazione delle bici da corsa al taglio dei traguardi più prestigiosi, le squadre di ciclismo oggi devono contare sulla capacità di acquisire informazioni, analizzarle,  convertirle nelle giuste decisioni. Non si vince solo sulla strada o sulle pista, ma con il dominio in tutte le tappe dell’operatività della squadra.

Ciclismo e industria manifatturiera, insomma, sono ancora più vicini. Entrambi si confrontano con le sfide della globalizzazione, di una crescente competitività e sono chiamati a fronteggiare le disruption che caratterizzano i nostri giorni. E lo fanno puntando su innovazione dei processi, organizzativa e tecnologica, senza dimenticare talento e rispetto dei valori.

ISCRIVITI GRATUITAMENTE