Apple consente di disinstallare le patch di sicurezza dell’iPhone

Apple consente di disinstallare le patch di sicurezza dell’iPhone

Una funzionalità che può mettere a rischio l’utente

Apple ti consentirà di rimuovere le patch di sicurezza installate dal sistema Rapid Security Response di iOS 16, che può installare patch senza la necessità di aggiornare completamente l’iPhone (o anche senza doverlo riavviare, in alcuni casi). Secondo un documento di supporto individuato da MacRumors, si può rimuovere un aggiornamento di Rapid Security Response andando su Impostazioni> Generali> Informazioni, quindi toccando la versione iOS. Da lì, verrà presentato un pulsante “Rimuovi aggiornamento di sicurezza”. Il documento non fornisce alcun esempio del motivo per cui è necessario disinstallare una patch, lasciando il telefono aperto alla vulnerabilità da cui protegge. È facile immaginare alcune circostanze speciali in cui la funzionalità potrebbe essere utile, ad esempio se si installano software o strumenti di gestione speciali relativi al lavoro che vanno in crash con le patch. Per l’utente medio, si tratta di una di quelle funzionalità che non si dovrebbero mai utilizzare, un po’ come la nuova modalità di blocco estremo, pensata per proteggere gli utenti da attacchi informatici “altamente sofisticati”.

Rapid Security Response è attivato per impostazione predefinita, anche se si possono disattivare gli aggiornamenti andando su Impostazioni > Generali > Aggiornamento software > Aggiornamenti automatici e attivando “Risposte di sicurezza e file di sistema”. In tal caso, si dovranno attendere gli aggiornamenti iOS completi per ottenere le patch di sicurezza. Il sistema arriverà anche su macOS in Ventura, che non è stato ancora ufficialmente rilasciato: finora, i documenti di supporto di Apple per il suo sistema operativo desktop non menzionano se si potranno ripristinare anche i suddetti aggiornamenti.

Leggi anche:  WhatsApp consentirà presto agli utenti di nascondere lo stato online