Cruise lancerà servizi robotaxi a Phoenix e Austin entro la fine dell’anno

Waymo è un passo più vicino ai taxi a guida autonoma in California

La società di proprietà di GM afferma che genererà 1 miliardo di dollari di entrate entro il 2025

Cruise, la società di veicoli autonomi di proprietà di General Motors, lancerà un servizio di robotaxi a Phoenix, in Arizona, e ad Austin, in Texas, prima della fine del 2022. La società attualmente gestisce un servizio di trasporto in una sola città, San Francisco, dove ha ricevuto il permesso di iniziare ad addebitare ai clienti le corse all’inizio di quest’anno. Un servizio che ha richiesto anni per essere ampliato. Cruise ha effettuato test autonomi a Phoenix attraverso una partnership con Walmart ma non ha ancora schierato alcun veicolo ad Austin.

“Ad Austin, ciò di cui sono davvero entusiasta è che stiamo passando da zero – nessuna mappa, nessuna infrastruttura a terra – alle nostre prime corse senza conducente in circa 90 giorni”, ha detto il Ceo di Cruise durante un discorso alla conferenza di Goldman Sachs. “Si tratta di qualcosa che la gente pensava potesse richiedere anni”. In effetti, ci sono voluti anni prima che Cruise lanciasse il suo servizio di taxi senza conducente a pagamento a San Francisco. La società aveva originariamente pianificato di presentare un servizio robotaxi commerciale nel 2019. Cruise offre attualmente una gamma di servizi a San Francisco, dalle corse diurne nei suoi veicoli autonomi con guida di sicurezza al volante ai viaggi notturni nelle sue auto completamente senza conducente. 

Attualmente, solo una manciata di operatori ha effettivamente schierato veicoli completamente senza conducente, noti anche come veicoli autonomi di livello 4, su strade pubbliche. Waymo, l’unità di guida autonoma di Alphabet, gestisce da diversi anni i suoi veicoli di livello 4 nella periferia di Phoenix e prevede di lanciare un servizio a pagamento a San Francisco e nelle città circostanti nei prossimi mesi.

Leggi anche:  Meta non svilupperà un OS per il VR