Vertiv inaugura un ufficio e un Customer Experience Center in Kenya

Vertiv inaugura un ufficio e un Customer Experience Center in Kenya

La nuova sede offre a clienti e partner di tutta l’Africa Orientale approfondimenti sulle tecnologie più innovative offerte da Vertiv

Vertiv ha comunicato l’apertura a Nairobi di un nuovo ufficio e di un Customer Experience Center di ultima generazione. La nuova sede nasce per rispondere al forte incremento della domanda di infrastrutture critiche ad alta efficienza nei paesi dell’Africa Orientale e contribuisce a sostenere gli impegni di Vertiv nel garantire soluzioni per le infrastrutture digitali ai clienti del territorio.

Gli esperti del Customer Experience Center assicurano competenze di alto livello sulle tecnologie e l’area dimostrativa dei prodotti offrirà agli utenti la possibilità di analizzare a fondo l’ampia gamma di soluzioni Vertiv disponibili per le infrastrutture critiche e per applicazioni che vanno dall’edge della rete fino al cloud. I prodotti disponibili includono Vertiv SmartCabinet, una soluzione preconfigurata e self-contained che offre efficienza, costi contenuti, interoperabilità e monitoraggio; l’UPS Vertiv Liebert EXS, una soluzione ottimizzata e integrata con alimentazione continua trifase con protezione dell’alimentazione ad alta efficienza; Vertiv Liebert EXM2, l’UPS altamente affidabile ed efficiente progettato per fornire prestazioni leader del settore e Vertiv Liebert APM Plus, l’UPS versatile e modulare adatto ad applicazioni locali e industriali, oltre a sistemi per la gestione termica e altre soluzioni per la  gestione dell’IT. Questa nuova sede non solo fornirà corsi di prevendita, vendita e formazione sui prodotti, ma potrà prevedere anche corsi completi di certificazione per la rete di partner di assistenza autorizzati Vertiv.

Oltre ai prodotti fisicamente disponibili presso il centro, Vertiv offrirà l’esperienza dei propri data center modulari su larga scala e delle soluzioni di alimentazione e raffreddamento attraverso la tecnologia della realtà virtuale. I clienti potranno utilizzare la tecnologia digitale per intraprendere un percorso virtuale unico e testare le capacità delle soluzioni di Vertiv.

Leggi anche:  Lutech ha avviato una trattativa in esclusiva per l'acquisizione di Atos Italia

“Questa sede conferma la nostra progressiva espansione in Kenya e nella regione dell’Africa Orientale e siamo entusiasti e orgogliosi di far parte di questo storico viaggio digitale. Stiamo investendo in strutture e persone per ampliare la nostra presenza nel mercato dell’Africa Orientale, mentre la diffusione di Internet, l’utilizzo dei dati e la digitalizzazione continuano a espandersi nell’intera regione”, ha dichiarato Rohan Patil, Regional Manager di Vertiv per l’Africa Orientale.

“Questo hub è un investimento chiave per Vertiv, nel tentativo di offrire un’infrastruttura digitale critica per le reti delle telecomunicazioni locali, i data center e le strutture commerciali. La realizzazione di queste infrastrutture in Kenya contribuisce a far sviluppare i talenti e i settori importanti del Paese, così come nell’intera regione nel suo complesso”, ha proseguito Patil.

L’apertura del Customer Experience Center di Vertiv in Kenya si inserisce nel programma di sviluppo della presenza dell’azienda in Africa per modernizzare le infrastrutture.

“Mentre l’Africa Orientale sta accelerando il percorso di trasformazione digitale con una maggiore adozione di Internet, Vertiv è pronta a supportare l’infrastruttura digitale che potrebbe rendere la regione più competitiva su scala globale e a stimolare la crescita socio-economica”, ha sottolineato Karsten Winther, Presidente di Vertiv in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).

Winther ha poi aggiunto: “Il nostro obiettivo è quello di migliorare la customer experience e fornire un supporto adeguato a questo mercato chiave. Presso la nostra nuova sede, clienti e partner provenienti da tutta l’Africa Orientale potranno testare la qualità dei prodotti Vertiv™ e confrontarsi con esperti della tecnologia per ampliare conoscenze e capacità. Auspichiamo che questo hub sia il punto di partenza per realizzare nuovi progetti nella regione. Il primo passo è stato fatto e siamo sulla buona strada”.