Twitter porta il design a schede “For You” e “Following” sul web

Twitter porta il design a schede

Dopo iOS il nuovo metodo di visualizzazione approda anche su browser per PC

La scheda “For You” di Twitter, che ha debuttato sui dispositivi iOS all’inizio di questa settimana, è stata implementata anche sui browser web via desktop. La nuova interfaccia sostituisce l’icona “fulmine” che in precedenza consentiva di alternare i feed generati algoritmicamente dalla piattaforma e quelli cronologici inversi. Come nota The Verge, la scheda For You ora è la visualizzazione predefinita che si vede quando si visita Twitter per la prima volta dopo che l’aggiornamento viene reso disponibile sul browser web. Detto questo, la versione desktop non sembra costringere a seguire il feed For You come fa l’app iOS aggiornata di Twitter. Via web da computer si può ancora passare alla visualizzazione “Seguente” e quindi chiudere la scheda con visualizzato il feed. Aprendo una nuova scheda e tornando su Twitter, il sito passa per impostazione predefinita alla visualizzazione Following.

Venerdì, Twitter ha affermato che la nuova interfaccia verrà implementata “presto” sui dispositivi Android. Il social ha introdotto una funzionalità simile nel 2022, solo per abbandonare l’idea pochi giorni dopo che un coro di utenti si è lamentato di non volere che fosse loro imposto il feed Home precedentemente denominato. Tuttavia, alla fine dello scorso anno, Musk ha twittato che Twitter avrebbe portato avanti il ​​cambiamento. “La sequenza temporale principale dovrebbe consentire un facile scorrimento laterale tra i primi, gli ultimi, i trend e gli argomenti che seguono”, ha detto all’epoca. “Il navigatore di Twitter lo fa già dopo la ricerca”. Questo cambiamento sembra certamente una mossa per portare maggiore consapevolezza alle due opzioni della sequenza temporale invece di lasciare che le persone cambino una volta e poi se ne dimentichino, quindi ha senso solo apportare la modifica su Android oltre a iOS.

Leggi anche:  Pubblicato il nuovo standard ETSI: la PEC europea diventa realtà grazie al ruolo chiave di AgID e dei Gestori di Posta Elettronica Certificata