Anche Snapchat lancia il suo chatbot

Anche Snapchat lancia il suo chatbot

Chiamato My AI si basa su ChatGPT e costa 3,99 dollari al mese

Snapchat sta introducendo un chatbot basato sull’ultima versione di ChatGPT di OpenAI. Secondo il CEO di Snap, Evan Spiegel, i chatbot AI diventeranno sempre più parte della vita quotidiana delle persone. Chiamato “My AI”, il bot di Snapchat verrà mostrato nella scheda chat dell’app sopra le conversazioni con gli amici. Sebbene inizialmente disponibile per 3,99 dollari al mese per gli abbonati Snapchat Plus, l’obiettivo è quello di rendere il bot disponibile a tutti i 750 milioni di utenti mensili di Snapchat, ha detto Spiegel a The Verge . “La grande idea è che oltre a parlare ogni giorno con i nostri amici e familiari, parleremo anche con l’intelligenza artificiale. E questo è qualcosa su cui possiamo puntare come servizio di messaggistica”.

Al momento del lancio, My AI è essenzialmente solo una versione veloce ottimizzata per i dispositivi mobili di ChatGPT all’interno di Snapchat. La differenza principale è che la versione di Snap è più limitata in ciò a cui può rispondere. I dipendenti di Snap lo hanno addestrato ad aderire alle linee guida sulla fiducia e sulla sicurezza dell’azienda e a non fornire risposte che includano imprecazioni, violenza, contenuti sessualmente espliciti o opinioni su argomenti rischiosi come la politica. È stato anche privato della funzionalità per scrivere saggi accademici su vari argomenti, per cui era stato vietato in alcune scuole americane.

Snap prevede di continuare a ottimizzare My AI man mano che sempre più persone lo utilizzano e segnalano risposte inappropriate. Snap è uno dei primi client della nuova offerta di OpenAI chiamata Foundry, che consente alle aziende di eseguire il suo ultimo modello GPT-3.5 con una macchina dedicata, progettata per grandi carichi di lavoro. Spiegel afferma che Snap probabilmente incorporerà nel tempo chatbot di altri fornitori e che utilizzerà i dati raccolti per migliorare i suoi più ampi sforzi nel campo dell’intelligenza artificiale.

Leggi anche:  Microsoft migliora Copilot su GitHub