TPG investe 336 milioni di dollari in Denodo per accelerare la crescita del leader nella gestione dei dati

TPG investe 336 milioni di dollari in Denodo per accelerare la crescita del leader nella gestione dei dati
Angel Viña, CEO e Fondatore di Denodo

L’investimento conferma il valore dell’approccio logico alla gestione dei dati di Denodo, unico e senza precedenti

Denodo – leader nella gestione dei dati – e TPG – società globale di gestione degli asset alternativi – annunciano oggi di aver firmato un accordo definitivo in base al quale TPG Growth, la piattaforma di middle market e growth equity della società, investirà 336 milioni di dollari in azioni privilegiate di Serie B di Denodo. La chiusura della transazione, che comprende sia il capitale primario sia una vendita secondaria di azioni da parte di HGGC, è prevista per l’inizio di ottobre, dopo le consuete approvazioni normative. HGGC, che aveva precedentemente investito in azioni di Serie A di Denodo nel 2017, manterrà una posizione significativa come investitore nella società anche dopo questa nuova transazione.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato.

“Con la rapida crescita del volume, della varietà e della velocità dei dati, Denodo si è affermata come leader globale nel data management”, ha dichiarato Mike Zappert, Partner di TPG. “L’esclusivo software di virtualizzazione dei dati di Denodo, che consente alle aziende di creare viste unificate di fonti di dati disparate, che possono essere interrogate facilmente senza doverne spostare preventivamente i dati, ha favorito una crescita importante e redditizia. Con un Net Promoter Score leader di mercato superiore a 50, l’azienda ha costruito un’importante base di clienti globali di spicco, tra cui TPG, e questo ci mostra un’enorme opportunità per accelerare l’espansione di Denodo in futuro. Siamo entusiasti di collaborare con Angel e il suo management alla prossima fase di questo percorso”.

L’aggiunta di TPG e della sua ampia gamma di capacità rappresenta un importante passo avanti nel percorso di crescita di Denodo.

Leggi anche:  Dynatrace amplia la partnership Go-To-Market con Google Cloud

“Siamo entusiasti di dare il benvenuto a TPG come investitore in Denodo: la loro profonda esperienza negli investimenti in aziende innovative e a forte crescita, con tecnologie dirompenti, si adatta perfettamente alla nostra azienda”, ha dichiarato Angel Viña, CEO e Fondatore di Denodo. “Questo finanziamento conferma la leadership di Denodo nel mercato della gestione dei dati e il nostro ulteriore potenziale di crescita, sfruttando l’approccio logical-first basato sulla virtualizzazione dei dati. Non vediamo l’ora di avvalerci della profonda esperienza di TPG per continuare la rapida espansione sul mercato globale. Siamo altrettanto entusiasti che HGGC rimanga un importante investitore in Denodo e siamo grati per questa partnership duratura e per il loro impegno costante”.

Dopo l’investimento di HGGC nell’azienda nel 2017, Denodo è cresciuta fino a diventare leader globale nella gestione dei dati, con clienti leader di settore in tutto il mondo.

“Negli ultimi sei anni, abbiamo osservato con attenzione la notevole crescita di Denodo, sia in termini di leadership a livello di prodotto, sia in termini di espansione della sua quota di mercato”, ha dichiarato Steven Leistner, Partner e Co-chief Investment Officer di HGGC e membro del Board di Denodo. “Oggi, con una piattaforma ancora più avanzata, una solida base di clienti globali e la forza del team di executive, vediamo un maggior potenziale futuro per Denodo e siamo entusiasti di continuare ad aiutare l’azienda a guidare la gestione logica dei dati”.

J.P. Morgan ha agito come unico agente di collocamento per la transazione.

La Denodo Platform include funzionalità avanzate per avere una vista unica dei dati che risiedono nei diversi sistemi aziendali, elemento essenziale per attuare una vera e propria democrazia dei dati. La piattaforma, basata su un approccio logico alla gestione dei dati, che supera molti dei limiti insiti nell’approccio tradizionale (ETL/ELT), consente di creare un modello semantico unificato, disaccoppiando il significato dei dati dalle loro caratteristiche tecniche, agevolandone il consumo da parte degli utenti e delle applicazioni. La piattaforma aiuta i clienti a essere più competitivi, garantendo livelli più elevati di utilizzo dei dati e, al tempo stesso, consentendone la piena Governance, fino ad ottenere un impatto profondo sull’efficienza operativa.

Leggi anche:  Intesa Sanpaolo e SACE per WIIT