Microsoft Ignite 2023: il potere dell’AI di trasformare il lavoro e guidare il cambiamento

Microsoft Ignite 2023: il potere dell’AI di trasformare il lavoro e guidare il cambiamento

Ecco le novità annunciate da Microsoft in occasione di Ignite, l’evento annuale dedicato alle imprese e ai professionisti del digitale e delle nuove tecnologie in programma fino al 17 novembre a Seattle

Ignite è da sempre un momento per presentare i progressi tecnologici di Microsoft per aiutare aziende, partner e sviluppatori a cogliere le opportunità del digitale e a rivoluzionare il modo in cui lavoriamo. Focus di questa edizione è l’AI di nuova generazione e la sua capacità di trasformare e innovare il mondo del lavoro in ogni settore.

Quasi tutti gli ambiti stanno affrontando una trasformazione collettiva reale e concreta, grazie al potenziale dell’AI generativa. A otto mesi dall’annuncio di Copilot per Microsoft 365, introdotto per affiancare i lavoratori a gestire i flussi di lavoro e aiutarli a essere più produttivi e focalizzati, Microsoft presenta una nuova edizione del suo Work Trend Index per evidenziare l’impatto di Copilot nelle organizzazioni, i cui benefici in termini di produttività sono reali. Il 70% degli utenti di Copilot ha dichiarato di aver incrementato la propria produttività mentre il 68% ha affermato che Copilot ha migliorato la qualità del proprio lavoro. In generale, è aumentata la rapidità nello svolgere compiti specifici (ricerca, scrittura e sintetizzazione) per il 29% degli intervistati. Inoltre, gli utenti hanno dichiarato che grazie a questo strumento le riunioni perse vengono recuperate più rapidamente e il 77% non vuole più rinunciarvi.

Durante Ignite 2023, Microsoft ha annunciato importanti avanzamenti e progressi con oltre 100 novità e annunci sul fronte AI. Qui di seguito alcuni annunci chiave.

  • Infrastruttura cloud guidata dall’AI: Microsoft è all’avanguardia dell’innovazione con progressi rivoluzionari grazie alla partnership con OpenAI e l’integrazione delle funzionalità di ChatGPT negli strumenti utilizzati per la ricerca, la collaborazione, il lavoro e l’apprendimento. Con l’ulteriore accelerazione dell’AI, Microsoft sta ripensando l’infrastruttura cloud per garantire l’ottimizzazione su ogni livello dello stack hardware e software.
  • Le novità più importanti includono l’introduzione di nuove GPU ottimizzate per l’AI e di due chip progettati da Microsoft, come:
    • Microsoft Azure Maia, AI Accelerator chip progettato per supportare addestramenti e inferenze cloud-based per i flussi di lavoro AI, come i modelli di OpenAI, Bing, GitHub Copilot e ChatGPT
    • Microsoft Azure Cobalt, un chip cloud-native basato su architettura Arm ottimizzato per migliori performance, efficienza energetica e ottimizzazione dei costi
    • Inoltre, Microsoft annuncia la disponibilità generale di Azure Boost, un sistema che rende più veloce lo storage e il networking spostando questi processi dai server host su hardware e software appositamente creati.
  • Espansione di Copilot: Microsoft sta lavorando affinché in futuro ci sia un Copilot per tutti e per ogni attività e, in quest’ottica, sta ampliando gli strumenti Copilot per migliorare la produttività guidata dall’AI in vari ruoli e funzioni, andando oltre l’uso individuale. Oltre a nuove funzionalità legate a Copilot in Microsoft 365, l’azienda ha annunciato anche ulteriori soluzioni tra cui:
    • Microsoft Copilot Studio, un tool low-code che consente alle aziende di costruire copilot personalizzati;
    • Microsoft Copilot for Service per integrare l’AI generativa nel customer service;
    • Copilot in Microsoft Dynamics 365 Guides che, unendo il potere della GenAI alla realtà mista, può aiutare gli operatori in prima linea a risolvere problematiche complesse impreviste in modo rapido senza impattare sul normale flusso di lavoro;
    • Microsoft Copilot for Azure, il copilota per i professionisti IT che semplifica la gestione delle operazioni IT di ogni giorno. Inoltre, nello sforzo di rendere Copilot più accessibile a tutti, Microsoft annuncia che Bing Chat e Bing Chat Enterprise diventeranno semplicemente Copilot. Copilot uscirà dall’anteprima e sarà generalmente disponibile a partire dal 1° dicembre.
  • Connessione sempre maggiore tra dati aziendali e strumenti di AI: Microsoft si impegna a creare un’esperienza integrata e semplificata per promuovere una connessione sempre maggiore tra i dati di un’organizzazione e gli strumenti di AI. Microsoft Fabric rivoluziona il modo in cui i team lavorano con i dati, riunendo tutto il patrimonio di dati in un’unica piattaforma alimentata dall’intelligenza artificiale.
  • Più valore per gli sviluppatori con Azure AI: grazie alla preview di Azure AI Studio, ora Microsoft mette a disposizione una piattaforma unificata che consente alle organizzazioni di esplorare, costruire, testare e distribuire applicazioni AI in un unico luogo. Grazie ad Azure AI Studio, le aziende possono progettare i propri copiloti, l’addestrarli o sviluppare modelli fondamentali e open-source con dati forniti dall’utente.
  • Uso responsabile dell’AI: Microsoft estende il Copyright Commitment ad Azure OpenAI Service, garantendo un ambiente AI responsabile. Azure AI Content Safety è ora generalmente disponibile e aiuta le organizzazioni a rilevare e mitigare i contenuti dannosi e a creare esperienze online migliori. I clienti possono utilizzare Azure AI Content Safety come sistema di sicurezza integrato all’interno di Azure OpenAI Service, per modelli open-source come parte del loro prompt engineering in Azure Machine Learning o come servizio API indipendente.
  • Integrazione di Windows AI: Windows 11 e Windows 365 si arricchiscono di nuove esperienze di AI per l’IT e i lavoratori per rendere l’intelligenza artificiale ancora più accessibile attraverso più dispositivi. Windows AI Studio offre invece una nuova suite di strumenti di AI e produttività per gli sviluppatori.
  • NVIDIA AI Foundry Service: per aiutare le imprese e le startup a potenziare lo sviluppo, la messa a punto e la distribuzione dei propri modelli AI personalizzati su Microsoft Azure, NVIDIA annuncia il proprio AI Foundry Service su Azure. AI Foundry Service riunisce tre elementi – una raccolta di modelli NVIDIA AI Foundation, il framework e gli strumenti NVIDIA NeMo e il supercomputing e i servizi NVIDIA DGX Cloud AI – che offrono alle aziende una soluzione end-to-end per la creazione di modelli AI generativi personalizzati.
  • Piattaforma operativa di sicurezza unificata: durante Microsoft Ignite sono state presentate nuove tecnologie per migliorare la sicurezza in tutta la suite di soluzioni Microsoft e affrontare l’evoluzione del panorama delle minacce. La Unified Security Operations Platform nasce dalla combinazione di Microsoft Sentinel e Microsoft Defender XDR e incorpora le esperienze di Security Copilot e l’intelligenza artificiale generativa per proteggere dalle minacce e semplificare il lavoro dei responsabili di sicurezza. L’espansione di Security Copilot in Intune, Purview ed Entra aiuta ulteriormente gli amministratori IT a gestire scenari complessi, offrendo strumenti di risoluzione dei problemi, alert di sicurezza e analisi “what if” per migliorare la governance e la compliance.
Leggi anche:  Anche Amazon fa un salto nell’IA generativa