Microsoft porta Copilot su Windows 10

Dopo 30 anni Microsoft cambia la tastiera di Windows

Come promesso, il chatbot approda anche sulla versione precedente del sistema operativo

Le persone che sono ancora attaccate a Windows 10 (o che non riescono a installare Windows 11 sul proprio computer) possono finalmente utilizzare una delle funzioni più chiacchierate degli ultimi anni. Solo pochi giorni dopo che Microsoft ha confermato che avrebbe portato Copilot su Windows 10, gli utenti con dispositivi idonei sono riusciti a installare una build di anteprima di rilascio che include l’accesso all’assistente generativo basato sull’intelligenza artificiale. Bisognerà essere iscritto al programma di Windows Insider per installare la build e potenzialmente provare Copilot su Windows 10 Home o Pro.

Microsoft afferma “Sarà necessario del tempo prima che il ogni dispositivo venga confermato come idoneo per Copilot su Windows, quindi potrebbe non essere visualizzato immediatamente”. Per ottenere un accesso rapido al chatbot, Microsoft suggerisce di attivare “Ricevi gli ultimi aggiornamenti non appena sono disponibili” andando su Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update. Per eseguire Copilot, il sistema avrà bisogno di almeno 4 GB di RAM e una scheda video che supporti una risoluzione di almeno 720p. Microsoft nota che per ora l’anteprima del chatbot è disponibile solo in mercati selezionati (ad esempio Nord America e alcune aree dell’Asia e del Sud America).

Copilot su Windows 10 non funzionerà se si posiziona la barra delle applicazioni a sinistra o a destra del display. Bisognerà tenerla al centro, laddove Microsoft l’ha piazzata con Windows 11. Copilot non è completamente compatibile nemmeno con le configurazioni multi-monitor. Si vedrà l’icona solo sul display principale. Inoltre, per il momento l’IA non sarà disponibile sui computer Windows 10 Pro gestiti da un’organizzazione. Per avviarlo, se si soddisfano tutti questi requisiti, si dovrà fare clic sull’icona visualizzata sul lato destro della barra delle applicazioni. Attraverso il chatbot si potranno porre domande, gestire le funzionalità di Windows e interagire con i documenti. Come osserva The Verge, Copilot funziona in modo leggermente diverso su Windows 10, se non altro perché alcune funzionalità di Windows 11 non sono disponibili. Diverse app chiave del nuovo sistema operativo hanno le proprie funzionalità generative basate sull’intelligenza artificiale integrate. Ad ogni modo, secondo alcune stime, Windows 10 è ancora presente su circa il 69% dei sistemi operativi desktop, rispetto al 26% circa che esegue Windows 11. Ciò significa che centinaia di milioni di PC utilizzano ancora Windows 10.

Leggi anche:  Open to: Turismo Intelligente