NetApp presenta lo stato dell’AI e dell’infrastruttura sicura a INSIGHT 2023

NetApp presenta lo stato dell'AI e dell'infrastruttura sicura a INSIGHT 2023

Fornire una vera pipeline di dati per l’AI e la migliore difesa contro il ransomware

NetApp ha annunciato ad INSIGHT 2023, evento tenutosi il 24 ottobre, diversi aggiornamenti innovativi del portfolio, tra cui potenziamenti della migliore pipeline di dati del settore per l’intelligenza artificiale ibrida multi-cloud e progressi nello storage dei dati più sicuro contro il ransomware. Queste novità dimostrano che le soluzioni NetApp, leader del settore, garantiscono ai clienti semplicità, risparmio, sicurezza e sostenibilità.

“Oggi ci sono due grandi sfide per i clienti: le opportunità portate dall’intelligenza artificiale e la minaccia del ransomware”, ha dichiarato Harv Bhela, Chief Product Officer di NetApp. “Oggi NetApp ha presentato nuove innovazioni che rendono la pipeline di dati AI semplice da implementare, oltre che scalabile e performante in tutto il patrimonio di dati ibrido multi-cloud, proteggendo al contempo gli stessi dati da minacce sempre più gravi. Queste soluzioni ci posizionano in prima linea nella creazione di risultati aziendali di AI di successo per i nostri clienti”.

La migliore pipeline di dati per l’AI del settore

Per rimanere competitivi, le aziende devono innovare e aumentare l’efficienza attraverso le loro iniziative in campo di intelligenza artificiale, ma possono avere difficoltà a ottenere risultati significativi da enormi quantità di dati eterogenei che fluiscono senza ostacoli attraverso una pipeline a cinque fasi. I set di dati necessari per alimentare queste pipeline possono trovarsi in data lake all’interno dell’azienda, in locale e/o nel cloud. Ciò aumenta la complessità progettuale e operativa, in quanto i silos di dati determinano una mancanza di visibilità sui tipi e sulle posizioni dei dati, rendendo pertanto difficile la gestione o l’utilizzo di quest’ultimi nei carichi di lavoro dell’intelligenza artificiale.

In qualità di leader nel multicloud ibrido, NetApp riduce questa complessità offrendo storage all-flash e cloud ad alte prestazioni che consentono ai clienti di creare data lake moderni e accelerare l’AI. Gli utenti possono risalire dai dati di formazione a più versioni del modello di Intelligenza artificiale in produzione per assicurarsi di utilizzarla in modo responsabile e lo storage è integrato con le piattaforme MLOps, in modo che i data scientist sperimentino un consumo più semplice e una maggiore produttività.

Leggi anche:  La percentuale più alta di attività cybercrime ha origine in Russia

Lo stack di infrastruttura convergente ONTAP AI sfrutta il sistema di supercomputing AI di maggior successo al mondo – NVIDIA DGX – per consentire alle aziende di tutto il mondo di affrontare i carichi di lavoro AI più complessi con una soluzione infrastrutturale che elimina la complessità di progettazione e implementazione. Oggi NetApp ha annunciato che la serie AFF C con capacità flash è stata aggiunta all’architettura ONTAP AI per migliorare l’accessibilità e la sostenibilità.

“Le aziende che vogliono sfruttare la potenza della generative AI hanno bisogno di una piattaforma in grado di fornire modelli completamente personalizzati sfruttando l’immenso corpus dei loro dati aziendali, adattati al loro vocabolario unico, alla loro proprietà intellettuale e al loro settore”, ha dichiarato Charlie Boyle, Vice President della piattaforma DGX di NVIDIA. “Grazie ai sistemi NVIDIA DGX e al software NVIDIA AI Enterprise, NetApp ONTAP AI consente alle aziende di attingere ai propri dati per realizzare applicazioni di AI generative sfruttando una soluzione infrastrutturale scalabile, efficiente e rapidamente implementabile.”

NetApp continua a costruire pipeline di dati AI che si integrano in tutti e tre i principali cloud pubblici per una vera esperienza multicloud ibrida. Ieri, in occasione del NetApp INSIGHT 2023, il CEO di Google Cloud Thomas Kurian ha parlato dell’innovazione e della partnership in corso tra NetApp e la sua azienda, sottolineando l’introduzione ad agosto 2023 di Google Cloud NetApp Volumes. Oggi NetApp e Google annunciano il supporto di Vertex AI di Google Cloud con Google Cloud NetApp Volumes per supportare applicazioni ibride di IA generativa.

“Lanciato ad agosto, Google Cloud NetApp Volumes rivoluziona i carichi di lavoro aziendali nel cloud, con nuovi livelli di prestazioni di storage unite a semplicità e flessibilità”, ha dichiarato Ronen Schwartz, Senior Vice President e General Manager, Cloud Storage di NetApp. “Per i clienti che investono in pipeline di dati di AI generativa, questa offerta consente ai dati NetApp on-premises di connettersi direttamente a Vertex AI di Google su Google Cloud NetApp Volumes, senza alcuna ingegneria aggiuntiva”.

Con Google Cloud NetApp Volumes, NetApp è diventata l’unica azienda a fornire la stessa offerta di storage aziendale on-premise e come servizio nativo di prima parte nei tre maggiori cloud pubblici, che includono anche Amazon AWS e Microsoft Azure.

Leggi anche:  ESET Italia a fianco di Audi Zentrum Alessandria nella gestione della sicurezza

Con i progressi della sua tecnologia di apprendimento automatico nel cloud, Amazon Sagemaker, che già supporta Amazon FSx per NetApp ONTAP, aggiungerà i notebook di Amazon Sagemaker, che possono accedere ad AWS FSx per NetApp ONTAP tramite il protocollo nativo degli oggetti S3, anche per i dati originariamente archiviati nel formato file NFS in sede o in un altro cloud.

“L’IA generativa è uno strumento potente che ha il potenziale per aiutare le aziende a ottenere intuizioni aziendali trasformative ed efficienze operative”, ha dichiarato Archana Venkatraman, Research Director, Cloud Data Management, IDC Europe. “Tuttavia, i carichi di lavoro dell’IA sono tanto potenti quanto i dati che ricevono. Le aziende hanno bisogno di una solida base di gestione unificata dei dati per garantire che i dati fluiscano senza ostacoli verso le rispettive infrastrutture di AI. Le ultime innovazioni di NetApp dimostrano che negli ultimi cinque anni si è pensato in modo serio e mirato ad aiutare le aziende a raccogliere, preparare e gestire i dati ovunque essi si trovino. Questo approccio radicato riflette la realtà di come le organizzazioni costruiscono le infrastrutture di AI e archiviano i dati in ambienti on-premise, ibridi e di cloud pubblico”.

Sicurezza dell’archiviazione dei dati leader di mercato contro il ransomware e disaster recovery ampliato

Nel 2023, la maggior parte degli attacchi ransomware ha causato perdite comprese tra 1 e 2,25 milioni di dollari. Per mitigare questo fenomeno, NetApp sta aiutando i clienti a proteggere sé stessi e i propri dati con lo storage più sicuro del settore, supportato da una garanzia di ripristino da ransomware leader nel settore.

Sfruttando l’esclusiva combinazione di funzionalità integrate di sicurezza e protezione contro il ransomware, ONTAP è in grado di bloccare automaticamente i tipi di file dannosi conosciuti, gli amministratori disonesti e gli utenti malintenzionati con verifica multi-amministratore, e di fornire snapshot a prova di manomissione che non possono essere cancellati, nemmeno dall’amministratore dello storage. Grazie all’efficacia del rilevamento delle minacce leader nel settore, la protezione autonoma contro il ransomware di ONTAP è in grado di rilevare gli attacchi in tempo quasi reale, di acquisire ulteriori snapshot e di consentire il ripristino in pochi minuti.

Leggi anche:  S3K leader in Italia per il PLM

Oggi NetApp ha esteso la garanzia di recupero Ransomware a tutti i sistemi di storage on-premises basati su NetApp ONTAP, inclusi NetApp AFF, ASA e FAS. Con questa garanzia, NetApp garantisce il recupero dei dati snapshot in caso di attacco ransomware. Se le copie dei dati non possono essere recuperate attraverso NetApp o uno dei suoi partner di fiducia, NetApp offrirà un risarcimento.

“I clienti NetApp possono sfruttare i propri dati per una distribuzione agile delle applicazioni, con resilienza e governance per garantire la continuità aziendale”, ha dichiarato Takeshi Sato, Shibaura Institute of Technology. “Questi aggiornamenti posizionano NetApp come il sistema di archiviazione dati più sicuro del settore contro il ransomware”.

Insieme alla Ransomware Recovery Guarantee, NetApp offre ai clienti una maggiore tranquillità con il Ransomware Assurance Service, che aiuta a garantire la protezione dei sistemi contro gli attacchi ransomware. Questo servizio convalida la configurazione del cliente per gli snapshot dei dati protetti ed esegue un test di recupero. Grazie a un team dedicato sempre disponibile, i clienti possono contare su NetApp per il recupero dei dati in caso di attacco.

NetApp e i suoi partner promuovono la sicurezza e la resilienza in tutto lo stack dell’infrastruttura. Ad esempio, la partnership di NetApp con Cisco ha fornito una serie di architetture sicure per l’infrastruttura convergente FlexPod, che includono il recupero del ransomware e la segmentazione sicura.

NetApp ha inoltre annunciato l’anteprima pubblica di una nuova soluzione di disaster recovery (DR) per VMware, integrata direttamente nel piano di controllo unificato NetApp BlueXP. NetApp fornisce l’unico storage disponibile in locale e su tutti i principali cloud pubblici per l’infrastruttura VMware. NetApp è in grado di fornire un’unica soluzione per il DR dalla sede al cloud, riducendo al minimo i costi di fornitura dell’infrastruttura DR in standby. Con la nuova soluzione NetApp BlueXP DR for VMware, pochi semplici passaggi consentono di eseguire facilmente il failover e il failback da un’infrastruttura VMware on-premises direttamente al cloud pubblico, a partire da AWS FSx for NetApp ONTAP, o a un data center on-premises alternativo.