Anche Google si interessa alle news e acquista Wavii

Big G ha acquisito Wavii, azienda produttrice di un’app che riassume gli articoli per il mobile

L’informazione è potere e Google si adegua. Dopo Yahoo!, che ha acquisito Summly, LinkedIn con Pulse e Twitter, anche l’azienda di Mountain View si butta nel business delle news su mobile acquistando Wavii, l’app che riassume in automatico articoli tratti dalla Rete. L’idea è di rendere più scorrevole la lettura delle notizie su dispositivi mobili dotati di piccoli schermi.

Google e le news

Google ha investito 30 milioni di dollari per l’acquisizione di Wavii, il cui creatore è convinto di aver creato un algoritmo in grado di sintetizzare anche gli articoli più lunghi e complessi. Voci dicevano che anche Apple fosse interessata all’app per migliorare Siri, chiamato in causa da un’azienda cinese per violazione di copyright, ma pare che Google l’abbia battuta sul tempo.

Leggi anche:  Umanesimo digitale, come costruire una rinascita inclusiva