Anonymous contro la corruzione dei Mondiali di Calcio di Brasile 2014

Anonymous ha violato i siti di diverse istituzioni brasiliane per protestare contro la corruzione e le violenze da parte del Governo legate al Mondiale di Calcio 2014

Anonymous torna a far parlare di sé in occasione dei Mondiali di Calcio di Brasile 2014, a cui Google ha dedicato un doodle nella giornata inaugurale. Gli ethical hacker hanno violato da questa settimana diversi siti delle istituzioni brasiliane e di altre organizzazioni legate alla manifestazione più attesa dai fan del pallone. L’obiettivo è quello di protestare contro la corruzione e le violenze che avrebbero accompagnato la Coppa del Mondo nel Paese sudamericano.

“OpWorldCup”: Anonymous attacca i Mondiali di Calcio

Nel corso dell’operazione “OpWorldCup” Anonymous ha violato i siti dell’intelligence, del Dipartimento di Giustizia e della Polizia militare brasiliana oltra a quelli di numerosi sponsor dell’evento e della FIFA Confederation Cup. Ancora adesso le vittime dell’attacco stanno cercando di risolvere i problemi tecnici legati all’attacco. Anonymous accusa il Governo brasiliano di aver favorito le multinazionali a discapito degli interessi del Paese e di aver usato metodi violenti contro i comuni cittadini scesi in piazza a protestare, in particolare coloro che abitano nelle favelas. 

Tempo fa anche in Italia Anonymous aveva oscurato i portali di diversi enti governativi. In quell’occasione gli ethical hacker avevano accusato il Governo di aver violato la legge e i diritti dei cittadini meno abbienti.

Leggi anche:  Nel 2020 +5,2% i file malevoli rilevati ogni giorno rispetto al 2019