Antigua isola di pirati…informatici

L’isola caraibica ha presentato oggi all’Organizzazione mondiale del commercio la proposta di un sito in cui scaricare contenuti coperti dal copyright senza permesso degli autori

Il mar dei Caraibi è stato centinaia di anni fa, territorio di conquista di pirati. Oggi però si sono modernizzati e non solcano più le onde, ma navigano in Rete. Google è riuscita nelle Bermuda a pagare meno tasse e oggi una piccola isola dell’arcipelago ha iniziato un progetto contro il copyright.

Un’isola dove non esiste il diritto d’autore  

Antigua, per ripicca contro gli Stati Uniti, vorrebbe realizzare un sito dove gli utenti possono scaricare in tutta tranquillità contenuti coperti da copyright senza chiedere nessun permesso. La proposta è al vaglio dell’Organizzazione mondiale del commercio.

Manca solo la notifica ufficiale

Antigua ha iniziato questo progetto perché gli USA avevano bloccato l’accesso ai propri cittadini ad alcuni portali per il gioco d’azzardo, nativi dell’isola caraibica. Nonostante l’opposizione del governo americano, difficilmente il sito non vedrà la luce poiché, come ha spiegato Mark Mendel, avvocato che cura gli interessi dell’isola, “non è illegale” in quanto l’Omc ha già dato il suo assenso. Oggi infatti si discute solamente sull’ottenimento della notifica ufficiale.

Leggi anche:  Texas, passa la legge che consente agli utenti di citare in giudizio i social network