Apple prepara il Kinect con PrimeSense

La Mela fa sua l’azienda che produce sensori tridimensionali con sede in Israele. L’obiettivo è portare su smartphone l’esperienza di Microsoft

L’accordo è stato chiuso qualche ora fa: l’israelita PrimeSense fa ora parte dell’ammiraglia Apple. L’azienda, che produce sensori 3D, è quella che ha sviluppato il Kinect di Microsoft, il famoso strumento con cui la console riesce a riprodurre i movimenti dei giocatori nei suoi videogiochi. Apple ha pagato 345 milioni di dollari per accaparrarsi l’azienda, una cifra non da poco ma che, se sfruttata, potrebbe rivoluzionare l’intero mondo dell’intrattenimento mobile.

Quale futuro per Apple?

PrimeSense, oltre ad aver implementato il sensore Kinect di Microsoft per Xbox è anche la società che ha sviluppato la tecnologia di diversi scanner 3D, di iRobt di Ava e dell’Asus Xtion. Seppur non ancora ufficializzato, l’affare potrebbe consentire ad Apple di inserire piccoli sensori sulla parte frontale dei suoi iPhone e iPad. Dal canto suo PrimeSense non nega ne conferma le voci, limitandosi a dire, secondo la Reuters di essere “concentrata sulla costruzione di una società forte, cercando di portare sul mercato nuove tecnologie come il rilevamento 3D e l’interazione naturale con device hi-tech”. Tutte possibilità che stimolano l’appetito della Mela…

Leggi anche:  WIIT continua a crescere e porta la sua offerta “Premium” in Europa