Babbo Natale dice basta a Google Maps

Il Norad, che dal 1955 segue il tragitto di Santa Claus, ha deciso per quest’anno di abbandonare Google e affidarsi a Microsoft

Per colpa di un refuso dal 1955 il Norad, il servizio di Difesa antiaerea statunitense, segue il tragitto di Babbo Natale per rassicurare i bambini sul fatto che la slitta carica di regali sia regolarmente in volo la notte della vigilia di Natale. Il Norad per questo servizio si era affidata negli ultimi 5 anni a Google ma da quest’anno ha scelto Microsoft come suo partner.

C’è da essere abbastanza sicuri che Babbo Natale non si affiderà alle mappe di Apple, a meno che non voglia perdersi nel deserto australiano come alcuni motociclisti.

Una tradizione nata da un errore

Lo scorso natale il «Centro Operativo Santa Claus» di Colorado Springs ha ricevuto oltre 102mila chiamate e 7.721 e-mail da bambini preoccupati sull’arrivo dei propri regali natalizi. Il servizio “NoradTrackSanta” è iniziato per colpa di un refuso. Nel 1955 venne proposto un numero telefonico pubblicitario per permettere ai bambini di parlare con Babbo Natale. Il caso volle che non solo il numero fosse sbagliato ma che addirittura fosse il recapito diretto del Comandante in capo della sorveglianza aerea. In preda allo spirito natalizio il militare decise di stare al gioco e creò il Centro Operativo Santa Claus.

Leggi anche:  Rivoluzione digitale allo stabilimento P&G di Pomezia nel rispetto dell’ambiente