BitTorrent, un piccolo passo verso la legalità con Bundle

BitTorrent tende la mano alle case discografiche permettendo agli utenti di scaricare più contenuti multimediali con abbonamento e avvicinare gli artisti ai fan

Dopo Pirate Bay, anche BitTorrent sembra volersi ripulire il nome facendo un piccolo passo verso la legalità. La piattaforma utilizzata principalmente per il download di materiale coperto da copyright ha presentato BitTorrent Bundle un nuovo servizio per avvicinare le Major discografiche al portale.

Contenuti extra in cambio di un contatto

BitTorrent Bundle, per ora disponibile in versione beta, permetterà all’utente di scaricare gratuitamente, oltre al brano musicale, anche altri contenuti extra come video, flyer per eventi dal vivo e anteprime di interi album. Dove sta il vantaggio per le case discografiche? Per sbloccare i contenuti aggiuntivi l’utente dovrà inserire il proprio indirizzo e-mail. In questo modo gli artisti potranno avvicinarsi ulteriormente ai loro fan. Inoltre, il vicepresidente alla divisione marketing di BitTorrent, Matt Mason, ha lasciato aperta la possibilità che il servizio in futuro diventi fruibile previo abbonamento. La prima versione è stata realizzata con il supporto dell’etichetta Ultra, che segue famosi dj come David Guetta e Tiesto.

Il boom dello streaming musicale

Bundle segue la linea dei nuovi servizi di noleggio brani che hanno rivitalizzato il mercato ormai avviato verso un lento declino. Spotify, di cui è stata sfruttata una falla per scaricare contenuti illegalmente, e Rdio hanno un avuto un vero e proprio boom di accessi, tanto che altre realtà si sono interessate alla musica. Google, Apple e Twitter, si preparano tutte a portare le note dal cloud ai propri clienti.

Leggi anche:  La Russia vuole che Netflix trasmetta 20 canali di stato