Novell e IBM: Software Appliance per ambienti fisici, virtuali e cloud

IBM fa leva su SUSE Linux Enterprise Server e SUSE Appliance Program per progetti di software appliance sulle sue linee di prodotti

Novell annuncia che IBM sta realizzando un portfolio di software appliance basati su Suse Linux Enterprise Server. Facendo leva su SUSE Appliance Program di Novell, quest’ampia iniziativa permette ad IBM di fornire ambienti applicativi “pronti all’uso” che abbassano drasticamente il costo e la complessità della installazione e manutenzioni in particolare nel settore delle Piccole e Media Imprese, ed altresì aiutando il proprio ecosistema di ISV (Independent Software Vendors) ad ampliare significativamente i loro canali di accesso al mercato.

Con solo pochi click del mouse, clienti e partner di IBM possono implementare in modo facile e veloce appliance personalizzate e supportate per ambienti fisici, virtuali o cloud. Inoltre, IBM offre uno stack virtuale su IBM Smart Development Test Cloud.

“Vediamo un grande potenziale nelle software appliance in quanto offrono ai nostri clienti e partner una flessibilità tecnica senza precedenti, flessibilità che permette una maggiore velocità sul mercato” ha dichiarato Jean Staten Healy, direttore di Linux strategy in IBM.

La Software appliance sono software preconfigurati di applicazione, middleware e un sistema operativo, integrati in unasingola immagine personalizzata, adatti a funzionare su tutti gli hardware che si trovano sul mercato. Grazie all’utilizzo delle appliance, gli ISV hanno la possibilità di testare, implementare e rendere scalabile la propria offerta, potendo così rendere più semplice il pacchetto delle loro soluzioni per ambienti multipli adattandolo alle esigenze specifiche di ogni cliente.

Secondo le parole di Joe Wagner, senior vice president e general manager di Global Alliances in Novell, “Il settore del software sta adottando le appliance come una forma più semplice per confezionare e distribuire software. IDC prevede che il mercato delle appliance crescerà di 1.18 miliardi di dollari entro il 20121.

Leggi anche:  Transizione digitale e cloud, corre veloce il business di Infor

Il fatto che un’azienda leader nel settore come IBM adotti le appliance è un altro indicatore della forza di questo mercato. Se a questo aggiungiamo partner IBM come Black Diamond Software, che fornisce alle aziende uno stack IBM di sviluppo middleware completo sotto forma di appliance e altri nostri progetti recenti di appliance con diversi ISV come GroundWork Open Source, Ingres e Zmanda, è chiaro che questo mercato sta esplodendo.”

IBM fornisce appliance basate su SUSE Linux

L’abbinamento tra SUSE Linux Enterprise Server e i software IBM rappresenta un significativo passo avanti nel fornire applicazioni abbordabili, affidabili e facili da utilizzare. IBM ha creato appliance basate su SUSE Linux Enterprise Server nelle seguenti aree:

IBM Lotus Foundations – Una tecnologia completa e una soluzione di collaborazione per le piccole e medie imprese. L’utilizzo di appliance fornisce un accesso veloce e l’adozione di soluzioni che vanno da pacchetti di contabilità a infrastrutture di rete locale.

IBM Lotus Protector per Mail Security – Protegge Lotus Domino di IBM e infrastrutture miste di posta elettronica da spam, virus e altre minacce provenienti da internet. L’utilizzo di appliance significa protezione installata e attivata nel giro di poche ore.

IBM WebSphere Application Server Hypervisor Edition Hypervisor Appliances – Offre tutte le caratteristiche della famiglia WebSphere Application Server per ambienti virtuali. Configurandolo e confezionandolo come appliance con SUSE Linux Enterprise Server, i clienti possono attivare un’istanza ottimizzata di WebSphere in modo rapido ed efficiente.

IBM Cognos Now! – Offre dashboard operativi per il monitoraggio in tempo reale degli indicatori chiave di performance (KPI) e metriche attraverso diverse fonti di dati.

IBM Smart Analytics Optimizer – Permette una nuova classe di business intelligence ad alta velocità e domande analitiche.