Google deve pagare le tasse in Italia?

La provocazione è partita da Stefano Graziano del Pd

Dopo la Francia, che richiede a Google di pagare un tassa sui contenuti degli editori d’oltralpe, la Germania e il Regno Unito, ora anche l’Italia si unisce al coro dei Paesi che chiedono a gran voce che Google paghi le tasse in modo più “trasparente”.

Google paghi le tasse in Italia

La richiesta è partita da Stefano Graziano del Pd che ha presentato un question time per chiedere al Ministro dell’Economia Vittorio Grilli di far luce sugli affari di Google in Europa e sul perché esista una tale sproporzione fra ricavi e tasse pagate per Mountain View in Italia. In sostanza il gigante del Web ha ingenti ricavi nel nostro paese ma fattura dall’Irlanda, pagando quindi lì le tasse.

“Il mancato pagamento delle imposte da parte di Google sulle attività realizzate nel nostro Paese va chiarito e impedito. Consentire alla multinazionale di trasferire in Paesi a fiscalità privilegiata come l’Irlanda i profitti in crescente aumento realizzati in Italia evitando le imposte italiane sui ricavi è intollerabile” ha spiegato Graziano.

Una nuova tegola per Google, che già deve pagare una multa di 22,5 milioni di dollari per aver spiato gli utenti con il browser Safari.

Leggi anche:  Maticmind si conferma Gold Partner Cisco