Google multata di 7 milioni di dollari per Street View e il Wi-Fi

Le fotocamere di Street View hanno raccolto i dati degli utenti proprietari di reti Wi-Fi non protette da password

Continuano i problemi di privacy per Google. Dopo la questione legata a Wallet, Big G è stata costretta a risarcire con 7 milioni di dollari gli utenti statunitensi di reti Wi-Fi non protette da password che si sono visti sottrarre da Street View, che ha recentemente mappato le zone colpite dallo tsunami in Giappone, i propri dati personali. Le segnalazioni di questi “furti” sono partite nel 2010 e da varie parti del mondo, Europa compresa.

I precedenti

Google, che ha problemi con i Garanti della privacy europei, ha sempre affermato che la raccolta di dati personali era del tutto involontaria e che le informazioni erano state criptate per proteggerle da eventuali furti di malintenzionati. Negli USA, Google era già stata multata di 25mila dollari mentre nel Vecchio Continente non vi era stata alcuna sanzione poiché i giudici avevano deciso che effettivamente si era trattato di un errore.

Leggi anche:  Red Bull Racing Honda e Oracle creano Red Bull Racing Paddock, un “loyalty program” per i fan