Google taglia la forza lavoro di Motorola

Google taglia la forza lavoro di Motorola

Le cose in Motorola non vanno per niente bene. Nonostante l’acquisizione da parte di Google, la società che ha segnato la storia della telefonia mobile non riesce a ricollocarsi sul mercato. È per questo che Big G avrebbe deciso di tagliare circa il 10% dell’attuale forza lavoro globale, come riporta il Wall Street Journal. La notizia avrebbe come fonte una email interna aziendale, che spiega le motivazioni che sarebbero alla base del procedimento. “Siamo ottimisti per il futuro dei nostri nuovi prodotti, ma dobbiamo affrontare alcune sfide” – si legge nel testo.

Licenziamenti in tutto il mondo

Questi tagli sono parte delle riduzioni annunciate la scorsa estate. “Siamo impegnati ad aiutare i lavoratori verso questa transizione difficile, consci del momento complicato per i dipendenti” – ha dichiarato un portavoce di Motorola al portale Mashable. Le nuove politiche di Google comporterebbero il licenziamento di circa 1.200 dipendenti tra Cina, India e Stati Uniti.

Fase due

Si tratta della seconda ondata di licenziamenti dopo che Google ha deciso di tagliare la forza lavoro Mobility di Motorola del 20% nel mese di agosto 2012. Si ricorda come lo scorso dicembre Google ha svenduto la sezione home business di Motorola ad Arris per 2,35 miliardi di dollari.

Leggi anche:  Apple contro Samsung, a fare la differenza sono i preordini