Google Wallet diventa una carta di debito

Attraverso l’NFC sarà possibile accedere al denaro disponibile su Google Wallet come se fosse una carta di debito

Google, che ha dovuto pagare una multa di 17 milioni di dollari per i cookie su Safari, sta per introdurre negli Stati Uniti un nuovo servizio dedicato al commercio. Google Wallet, che ha avuto qualche problema di privacy in passato, sta per diventare una vera e propria carta di debito.

Google Wallet come una carta di debito

Il nuovo servizio permette di accedere al credito presente su Google Wallet, che sta per sbarcare su iPhone, per poi pagare o ritirare contante dai bancomat tramite il proprio smartphone Android dotato di NFC. Big G ha confermato che il servizio sarà disponibile presso tutti i punti vendita che accettano pagamenti con MasterCard e non richiederà nessuna spesa mensile.

I dati serviranno per l’advertising online

L’obiettivo di Google attraverso la carta di debito Google Wallet non è però solo quello di rendere più rapidi ed efficenti i pagamenti. Mountain View ha specificato che i dati relativi alle transazioni saranno aggiunti al profilo dell’utente per tracciarne i gusti e inviargli poi pubblicità mirata. Ciò conferma che Google non è un’azienda particolarmente attenta alla privacy.

Leggi anche:  Piteco e Nexi: al via un servizio per abbreviare i tempi di pagamento nella filiera