Hashtag è la parola del 2012

Per l’American Dialect Society hashtag è il temine più usato nell’anno passato in Europa

Il 2012 è stato un anno positivo per Twitter. Dopo il traguardo dei 200 milioni di utenti certificati ora l’American Dialect Society, società americana che studia la lingua parlata nel Nord America, ha decretato che ‘hashtag’ è stata la parola più usata tra i Paesi dell’Unione Europea.

Cos’è un hashtag?

Hashtag è formata dalla parole inglesi ‘hash’, che significa pasticcio, e ‘tag’ (etichetta). Ponendo # davanti a una parola, Twitter raggruppa tutti i tweet che riguardano un determinato tema di tendenza. Gli hashtag più usati l’anno scorso sono quelli riferiti alle Olimpiadi (#London2012), alla campagna elettorale USA (#Obama e #Romney), in cui Twitter è stato determinante, e per il giorno della sua scomparsa #WhitneyHuston.

Nel 2010 la parola più usata era stata ‘Twitter’ mentre per il 2011 era stata ‘Occupy’. Nel 2012 hashtag ha superato veri e propri tormentoni come Gagnam Style di PSY, dimostrando così l’importanza dei social network nella vita di tutti i giorni.

“Tanto su Twitter come in altre occasioni, gli hashtag hanno creato una vera e propria tendenza sociale, essendo capace di allargare messaggi circa argomenti che vanno dalla politica al pop”, si legge nel comunicato della American Dialect Society.

Leggi anche:  Twitter ora permette di scegliere chi far rispondere ai propri Tweet