La Milano del futuro è in partenza dalla nuova Stazione Centrale

Il valore di uno dei simboli rinnovati di Milano e la sua importanza nel futuro della metropoli che si appresta a ospitare l’EXPO 2015 al centro del dibattito che si terrà oggi alle ore 18:00 presso lo spazio SAGSA di Ripa di Porta Ticinese

Michele Perini, Presidente SAGSA, ospiterà presso lo spazio espositivo di Ripa di Porta Ticinese un incontro per dibattere dell’importanza strategica di un’infrastruttura in corso di rinnovamento quale è la Stazione Centrale nell’ambito dello sviluppo della città di Milano non solo dal punto di vista della mobilità.

La nuova Stazione Centrale è stata progettata infatti per porsi non più esclusivamente come importante area di transito di passeggeri, turisti e pendolari ma anche come punto nevralgico e luogo di svago, di ritrovo, di aggregazione e di eventi in una città sempre più al centro del mondo che si appresta ad ospitare l’EXPO del 2015.

Per illustrare come il progetto della nuova Stazione Centrale si integri negli sviluppi futuri di Milano, Michele Perini ha voluto ospitare i soggetti direttamente ed indirettamente coinvolti.

Si alterneranno quindi al tavolo dei relatori a partire dalle ore 18:00: Marco Tamino, Architetto responsabile del progetto di rinnovo della Stazione Centrale; Michele De Lucchi, Architetto; Luigi Prestilenza Puglisi, critico di architettura; Carla Di Francesco, Direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia; Elio Catania, Presidente ATM Milano; Matteo Gatto, Architetto Responsabile della progettazione architettonica di EXPO SpA e Giovanni Terzi, Assessore alle attività produttive, politiche del lavoro e dell’occupazione del Comune di Milano.

 

Leggi anche:  In che modo la Apple TV 4K usa i sensori dell’iPhone per migliorare la resa