Citigroup e IBM siglano un accordo per testare l’uso delle tecnologie Watson

In base all’accordo, Citi esaminerà l’utilizzo della deep content analysis e le comprovate capacità di apprendimento di IBM Watson per migliorare le interazioni con i clienti, semplificando la loro esperienza con la banca

Citi sta lavorando per diventare la banca leader nell’era digitale, fornendo ai propri clienti le ultime tecnologie per migliorare e facilitare l’uso dei propri servizi. Citi valuterà le modalità con cui le tecnologie IBM Watson possono aiutare ad analizzare le esigenze degli utenti e ad elaborare in tempo reale grandi quantità di dati finanziari, economici, di prodotto e relativi ai clienti stessi.

I clienti Citibank si aspettano il miglior livello di servizio da un sistema veloce e integrato, sia che il contatto avvenga via telefono, ATM, per live-chat, online o di persona presso una filiale. La banca è alla ricerca continua di nuove modalità per assicurare un comportamento responsabile e nel miglior interesse del cliente.

“In Citi, sviluppiamo costantemente modi nuovi e innovativi per servire meglio le esigenze finanziarie dei nostri clienti”, ha detto Don Callahan, Direttore Amministrativo Citi e Chief Operations & Technology Officer. “Stiamo lavorando per ripensare e riprogettare le diverse modalità in cui i nostri clienti interagiscono con il denaro. Collaboreremo con IBM per esplorare l’uso della tecnologia Watson per fornire ai nostri clienti servizi nuovi e sicuri, concepiti intorno alle loro esigenze sempre più digitale e mobile.”

“IBM promuove l’uso di Watson nei settori d’industria ad alta intensità di dati, consentendo alle organizzazioni di acquisire rapidamente preziose informazioni da queste grandi quantità di dati in modo da velocizzare i processi decisionali e migliorare il servizio ai loro clienti”, ha dichiarato Mike Rhodin, Senior Vice President, IBM Software Solutions. “La collaborazione tra IBM e Citi permetterà di trovare nuove strade per applicare Watson nel mercato finanziario, contribuendo a aiutare i professionisti della finanza a prendere decisioni di business migliori e consentendo un passo significativo nel mantenere la promessa della ‘banca personalizzata’ nel 21° secolo.”

Leggi anche:  Emirates lancia nuove esperienze di realtà virtuale

Citi valuterà le modalità di utilizzo di una soluzione di interazione con i clienti – prima nel suo genere – grazie alla capacità di analisi dei contenuti, l’elaborazione del linguaggio naturale, il supporto decisionale e di apprendimento basato sulle evidenze e sulla continua possibilità di imparare di Watson per continuare ad avanzare nel banking digitale.

La capacità di Watson di analizzare il significato e il contesto del linguaggio umano e elaborare rapidamente grandi quantità di informazioni, che suggeriscono opzioni mirate in ogni singola circostanza, può contribuire ad accelerare ed assistere i decisori ad identificare le opportunità, a valutare i rischi ed esplorare le azioni alternative più adatte per i loro clienti.

Citi festeggia il suo 200° anniversario quest’anno ed ha una lunga storia di collaborazione con IBM sullo sviluppo di innovazioni chiave per promuovere l’uso delle tecnologie nel settore dei servizi finanziari. Nel 1954, le due società hanno annunciato il primo utilizzo di un “cervello elettronico” che ha ridotto il tempo necessario per un’analisi costi-benefici da 1.000 ore-uomo a nove minuti e mezzo. Oggi, le aziende stanno continuando nel loro impegno.