Ingenico annuncia un accordo per acquisire Ogone

Una pietra miliare nella strategia di Ingenico verso l’integrazione di tutte le soluzioni di pagamento per le realtà multi-channel

Ingenico, leader mondiale nei sistemi di pagamento elettronico, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di massima con Summit Partners per l’acquisizione di Ogone, società leader in Europa per i pagamenti on-line, sulla base di un valore aziendale di 360 Milioni di Euro.

Questa acquisizione rappresenta una pietra miliare nella strategia di Ingenico volta a diventare riferimento unico per il mercato per la gestione di ogni tipologia di pagamento, indipendentemente dal canale commerciale e dal sistema di pagamento utilizzato: con carta nel negozio fisico, on-line sui siti di e-commerce, in mobilità utilizzando gli smartphone.

La combinazione dell’offerta tradizionale Ingenico con la nuova piattaforma di Ogone e le sinergie che esse potranno avere, consentirà a Ingenico una significativa crescita delle opportunità, generando un incremento dell’EBITDA dell’ordine dei 20M€ entro il 2015, derivante soprattutto dalla gestione di un crescente numero di transazioni on-line.

Chi è Ogone

Basata a Bruxelles – Belgio, Ogone ha sviluppato nel corso degli ultimi dieci anni una grande esperienza nel settore dei pagamenti on-line. La sua piattaforma ha la caratteristica di semplicità, sicurezza ed efficienza, molto apprezzata dai merchant e la sua flessibilità ha consentito ad Ogone di creare una base di oltre 42.000 merchants molto differenziati in termini di dimensioni e settore di mercato.

Nel 2012, con oltre 280 dipendenti, Ogone ha fatturato oltre 42M di Euro con un EBITDA intorno al 30%. Nuove commesse già acquisite come, per esempio, quella di fornire soluzioni “white label” per Barclaycard, dovrebbero generare per il 2013 una crescita del fatturato superiore al 30%.

Leggi anche:  Business Analytics per la ripresa. Così si sostiene l’accesso al credito per le PMI

L’acquisizione di Ogone è una decisione particolarmente felice per Ingenico, con un forte impatto positivo sia sulla crescita di fatturato, sia sui margini, ma soprattutto, con una forte componente di complementarietà dell’offerta. Ingenico può veramente diventare il riferimento unico per ogni tipo di pagamento.

La chiusura dell’accordo avverrà entro il mese di Marzo 2013, in particolare dopo la conferma di “non opposizione” da parte della Banca Nazionale del Belgio.

“L’acquisizione di Ogone è fondamentale per Ingenico che ha puntato la propria strategia di crescita verso una sempre maggior capacità di gestione di ogni tipologia di pagamento elettronico e si affianca all’acquisizione di Easycash e di Roamdata avvenute nel corso degli anni precedenti” – ha commentato Philippe Lazare, CEO di Ingenico – “Combinando la leadership di Ogone nei sistemi di pagamento on-line con la nostra capacità di gestire i pagamenti tradizionali al POS e transazioni di m-payments siamo certi di poter proporre al mercato una soluzione realmente unica ed efficace a vantaggio di tutti quegli operatori che stanno operando in una realtà multi-channel. Sono molto orgoglioso di avere contribuito a quest’acquisizione che porterà molti benefici all’azienda e ai suoi dipendenti, oltre che a tutti i clienti”.

“Sono molto lieto dell’annuncio dell’accordo perché vedo una grande affinità strategica e culturale tra Ogone e Ingenico” – ha aggiunto Peter De Caluwe, CEO di Ogone – ” I sistemi da noi adottati e le strategie d’innovazione dei prodotti sono perfettamente complementari a quelle di Ingenico, con la possibilità di creare notevoli sinergie. Questo favorirà l’allargamento dell’offerta di soluzioni di pagamento Ingenico sia nei paesi Europei e, poi, anche ad altri mercati emergenti. Sono ansioso di mettere a disposizione del management Ingenico la mia esperienza nel settore”.

Leggi anche:  Open banking: partnership tra Tink ed Enel X

“E’ stato un piacere per noi lavorare con l’eccezionale team di Ogone” – ha sottolineato Christian Strain, Managing Director di Summit Partners – “Il nostro investimento in Ogone è stato un esempio di ciò che Summit Partner sa fare meglio: fare partnership e dar fiducia a manager di eccellenza, aiutandoli a realizzare i propri progetti e a diventare leader di mercato”.