Le prestazioni dei siti di shopping online falliscono l’obiettivo degli acquisti natalizi

Compuware Corporation annuncia i tre principali trend delle performance mobile per questa stagione di shopping natalizio, emersi dall’analisi delle prestazioni dei siti web dei principali rivenditori americani nel periodo che va dal Giorno del Ringraziamento al Cyber Monday. Questi trend rivelano l’importanza delle prestazioni dei siti mobile nel periodo natalizio e l’impatto che queste hanno sul business.

Compuware APM ha utilizzato il proprio Servizio di Global Monitoring per misurare le performance dei siti mobile, ed è emerso quanto segue:

1° trend: impennata dello shopping da mobile

L’aumento incredibile di traffico da mobile sui siti di shopping online è iniziato nel Giorno del Ringraziamento ed è continuato fino Cyber Monday, con volumi dell’89% più alti durante il Black Friday e dell’87% più alti in occasione del Cyber Monday. Alcuni siti sono stati ottimizzati per questi picchi, ma molti non erano preparati per l’enorme traffico da smartphone e tablet.

2° trend: le performance da mobile continuano a rimanere indietro

Uno studio realizzato da Harris Interactive ha mostrato che il 37% di utenti di smartphone o tablet abbandonerà l’acquisto per rivolgersi altrove se il sito o la app non vengono caricati entro 3 secondi. Secondo l’analisi condotta da Compuware nel periodo che va dal Giorno del Ringraziamento al Cyber Monday, il tempo di caricamento medio delle pagine è di 10 secondi, che arriva fino a 18 secondi di media nel caso in cui si tratti di una transazioni in più passaggi (accesso alla home page, ricerca, lettura della descrizione del prodotto, inserimento del prodotto nel carrello e conferma dell’ordine). Quando il tempo di caricamento aumenta, anche i tassi di abbandono aumentano, con una conseguente perdita di fatturato per il rivenditore.

Leggi anche:  Canon è Digital Imaging Partner della mostra SEGNI per sensibilizzare sulla violenza contro le donne

3° trend: più il sito è ottimizzato, migliori saranno le performance

Compuware APM ha analizzato la quantità di contenuto prodotto dai siti dei rivenditori (in termini di numero di bytes), la complessità della pagina (il numero di oggetti) e quante terze parti hanno contribuito al sito (numero di host). Dall’analisi è emerso che molto spesso c’è un sovraccaricamento delle pagine e i tempi di round trip sono troppo lunghi, con la conseguenza che i siti web sono molto lenti sui dispositivi mobili.