Motorola presenta Moto G: rivoluzione low-cost in atto

Si può stare fuori dal mercato per tanto tempo e tornare competitivi? Secondo l’americana Motorola si, basta scendere di prezzo

Partiamo da un punto fermo: il Moto G che Motorola ha presentato questa sera a Milano, in anteprima Europea, è un ottimo smartphone di fascia media, che non va ad intaccare la popolarità dei big del settore quali iPhone 5S e Samsung Galaxy S4. Detto questo non ci si aspetta miracoli certo, ma il merito di Motorola è di aver spazzato in un solo colpo tutta la miriade di produttori di medesima fascia (potremmo citarne a decine) che hanno visto nella possibilità di dotarsi del sistema operativo Android una fonte di guadagni insperata, forse anche oltre le aspettative.

motorola moto g milano motorola moto g milano

Caratteristiche tecniche e prezzo

Detto questo veniamo alle specifiche del nuovo Moto G. Schermo HD da 4,5 pollici, processore quad-core Snapdragon Qualcomm 400, 1 Gb di RAM e a scelta 8 GB o 16 GB di archiviazione, fotocamera principale da 5 megapixxel e frontale da 3.8 megapixel, sistema operativo Android 4.3 Jelly Bean, con aggiornamento garantito ad Android 4.4 KitKat appena disponibile e tutta la forza delle Google Apps. Il Moto G punta fortemente sulla personalizzazione grazie alle 19 opzioni disponibili che includono le Motorola Shells e le Flip Shells in sette colori diversi e le Grip Shells in cinque colori. In Italia il Moto G viene distribuito da Tech Data dal 13 dicembre 2013 ad un prezzo più che concorrenziale: 249 euro con la possibilità di averlo a 199 euro nella prima decade dal lancio (versione da 8 GB). 

 

Leggi anche:  Epson: un mondo più sostenibile è possibile