Orange Business Service annuncia l’espansione di Flexible Computing

Orange Business Services amplia la portata dei servizi per le imprese di infrastruttura cloud Flexible Computing

Orange Business Services ha annunciato l’espansione di Flexible Computing, un’offerta di Infrastructure as a Service. Con 500 clienti già operativi sulla sua piattaforma europea, Flexible Computing è ora disponibile anche tramite i data center cloud-ready in Nord America e Asia. Flexible Computing risponde alla crescente domanda da parte delle multinazionali di servizi di infrastruttura di rete in cloud da un unico fornitore di servizi di comunicazione e IT.

Orange Business Services integra Flexible Computing con la sua rete globale per fornire un servizio end-to-end sicuro per trasferire le applicazioni aziendali nel cloud. Lavorare con un unico fornitore elimina la complessità e garantisce prestazioni e disponibilità del servizio attraverso rigorosi SLA basati sulle esigenze di business.

Tra gli altri vantaggi:

Rapida scalabilità e flessibilità

Flexible Computing offre un servizio scalabile e modulare per la fornitura rapida e semplice di risorse, in grado di crescere rapidamente o di essere ridimensionato per venire incontro alle fluttuazioni della domanda e alla crescita dinamica del business.

Servizio autogestito o completamente gestito

Le aziende possono scegliere tra un Infrastructure-as-a-Service autogestito, cui si accede tramite un portale sicuro di facile utilizzo, o un servizio completamente gestito, che consente alle multinazionali di ottimizzare ulteriormente le risorse IT interne per concentrarsi su progetti strategici e di consegna delle applicazioni.

Costi in base all’utilizzo

Con una fatturazione basata sull’uso effettivo, i clienti possono prevedere e monitorare sia le proprie risorse IT sia il consumo di servizi. Pagare solo per le risorse e i servizi effettivamente impiegati aiuta le aziende ad allineare meglio i costi IT con le attività di business.

Leggi anche:  Cloud, le previsioni per il 2021

Tra i primi clienti internazionali del servizio Flexible Computing c’è il cinese Tiens Group, una multinazionale di gestione del capitale che opera in diversi settori, tra cui biotecnologia, sanità, alberghi ed e-commerce. Orange Business Services fornisce le risorse di computing virtuali per le sedi di Tiens in tutto il mondo. Con Flexible Computing, Tiens è in condizione di scalare rapidamente verso l’alto o verso il basso a seconda della domanda. Questo conduce a un abbassamento dei costi e sta aiutando Tiens ad affermarsi più rapidamente su nuovi mercati.

“Orange Business Services ha creato un’infrastruttura IT nel cloud che corrispondesse al nostro business internazionale sul terreno”, ha detto Bai Ping, Presidente di Tiens Group. “Siamo diventati un’organizzazione più agile, mentre continuiamo a crescere a livello globale, e questo è dovuto in parte alla profondità e alla portata del servizio Flexible Computing.”

“L’espansione internazionale di Flexible Computing, insieme alla rete cloud-ready di Orange, offrono la portata, la flessibilità e la copertura senza rivali che i nostri clienti cercano,” ha dichiarato Thierry Bonhomme, CEO di Orange Business Services. “La disponibilità on-demand di risorse e infrastruttura informatica permette loro di cogliere nuovi mercati e opportunità, così come di accelerare il time-to-market per nuovi prodotti e servizi.”

Il Cloud computing è uno dei pilastri strategici del piano “Conquests 2015” di Orange Business Services, il cui obiettivo è arrivare a 500 milioni di euro di ricavi da cloud computing nel 2015. Dopo un aumento del 33 per cento nel 2012 del fatturato connesso al cloud computing, Orange Business Services è sulla buona strada per raggiungere il suo target.