Perché Facebook ha introdotto gli hashtag?

Da qualche ora è possibile scrivere nei post e commenti anche gli hashtag che diventano cliccabili come su Twitter

In realtà l’annuncio era nell’aria da tempo e serviva solo aspettare gli ultimi aggiustamenti “tecnici”. Da oggi Facebook introduce gli hashtag cliccabili, il che vuol dire poter ricercare quali dei nostri amici hanno utilizzato lo stesso nostro termine nelle conversazioni e post, così da avere un rapido scorcio del trend del nostro tema preferito. Ad esempio si potrebbe ricercare l’hashtag #datagate per vedere chi ha scritto qualcosa a riguardo dello scandalo della NSA e se tra i contatti abbiamo anche testate giornalistiche ecco che la rassegna stampa tematica è servita.

Come Twitter, meglio di Twitter

Molti, fin dai rumors di qualche mese fa, avevano gridato al fatto che Facebook stesse copiando Twitter con l’introduzione degli hashtag. I detrattori dimenticano però che quando una tecnologia, o un’implementazione ad essa connessa, quando diviene di successo entra di diritto nell’utilizzo comune, brevetti e cause al tribunale permettendo. Si potrebbe accostare tutto ciò, con un certo salto pindarico in effetti, alla particolare procedura di sblocco “slide to unlock” introdotta da Apple con gli iPhone. Dopo varie diatribe. che vedevano da un lato la paternalità della Mela e dall’altro le aziende che avevano copiato il metodo, il brevetto è stato invalidato da una corte tedesca rendendolo di fatto nullo. Gli hashtag sono allora di tutti tant’è che quando ad introdurli sono stati Instagra, Tumblr o Pinterest, nessuno ha mosso un dito.

Facebook presenta gli hashtag

“Gli hashtag di Facebook permetteranno di contestualizzare un post o indicare che è già parte di una discussione più ampia. Cliccando sull’hashtag, su Facebook si aprirà un feed che raccoglierà ciò che persone o Pagine dicono riguardo a quel determinato argomento o evento” – si legge su un post del blog. Gli hashtag sono solo il primo passo per aiutare le persone a scoprire più facilmente cosa dicono gli utenti di un certo argomento e a partecipare a discussioni pubbliche. Facebook continuerà a lanciare nuove funzioni nelle settimane e mesi che verranno, come gli hashtag più popolari e gli approfondimenti, che aiuteranno gli utenti a scoprire cosa si dice nel mondo. Ovviamente gli hashtag sono interoperabili, questo vuol dire che postando uno stesso messaggio su Twitter e Facebook con un hashtag, questo rimanderà ai risultati specifici sui due diversi social network.

Leggi anche:  HEXR reinventa la produzione e le supply chain per i caschi da ciclismo grazie alla stampa 3D di EOS