Buone vacanze (nonostante tutto)

A proposito di batterie, siccome continueremo a utilizzare comunque la tanta tecnologia che ormai ci accompagna – forse ancor di più di prima visto che secondo un recente studio della Michigan State University durante il periodo delle ferie aumenta in modo considerevole l’utilizzo delle reti wi-fi (fino a picchi dell’80%) – diventa allora importante trovare modi per mantenere l’energia utile ai nostri cellulari, smartphone, tablet etc etc ai livelli necessari, anche lontano da prese elettriche utili alla ricarica. Ad esempio, poco tempo fa un ingegnere moscovita, tal Mikhail Stawsky, ha inventato un modo per caricare la batteria di cellulari attraverso l’uso dell’energia cinetica. Ha chiamato l’aggeggio “rotel mechanical mobile” che è dotato di un foro all’estremità in cui si inserisce un dito in modo da farlo girare intorno a mo’ di elica, e questo movimento rotatorio ricarica la batteria al suo interno. Chi ha qualche decina di primavere sulle spalle si ricorderà di un giochetto “paranoico e ripetitivo” che impazzava sulle spiagge delle estati dei primi anni dei settanta del secolo scorso quando ancora non esistevano i giochi elettronici, ovvero il clic-clac. Era semplicemente composto da due palline di plastica legate insieme da una cordicella e il gioco consisteva di afferrare la cordicella nel mezzo e riuscire a far sbattere quante più volte possibile le due palline fra di loro, con sempre maggiore velocità e accuratezza. Furono molti coloro che si slogarono il polso per questo.

Vedremo assurgere nell’estate del 2012 una nuova mania, con tutti noi che ricaricheremo le batterie come se suonassimo dei tricche-tracche? Non credo, ma so che è possibile ricaricare la batterie anche semplicemente usando dei caricabatterie solari, che potremmo piazzare a fianco delle nostre sdraio mentre cerchiamo pigramente di abbronzarci dimenticandoci per un momento gli affanni e senza spendere inutilmente energie…meditiamo, Gente, meditiamo…e soprattutto (e nonostante tutto)..Buone Vacanze!!!…:-)

Leggi anche:  In che modo la Apple TV 4K usa i sensori dell’iPhone per migliorare la resa

 

Tratto dall’editoriale della newsletter di DMO. Per iscriverti alla Newsletter registrati al portale cliccando qui

Se sei già registrato ma non ricevi la Newsletter, effettua il login, entra nel tuo profilo e seleziona l’opzione relativa alle Newsletter