Da Samsung i nuovi monitor PCoIP certificati VMware Ready

I monitor “Zero-client” consentono l’accesso a server e data center da qualunque PC guidando le aziende verso l’era della virtualizzazione.

Samsung Electronics, leader globale nell’elettronica di consumo e nelle tecnologie digitali, ha presentato NC190 e NC240, due nuovi monitor per assicurare accessi sicuri a server e data center. Disponibili nella versione da 19” e 23.6”, questi nuovi monitor zero-client sono stati sviluppati per offrire una alternativa ai desktop efficace e vantaggiosa sotto il profilo dei costi PC in quanto garantiscono un totale e sicuro accesso a qualsiasi server in modalità remota tramite connessione over IP.

Questo consente agli utenti di connettersi ai server centrali senza la necessità di avere a disposizione una postazione di lavoro fissa sulle loro scrivanie.

“I nuovi NC190 e NC240 forniscono importanti benefici alle realtà aziendali in quanto consentono di ottimizzare vari processi e operazioni” ha affermato Young Bae, Director della divisione Display di Samsung Electronics, IT Division.

“Attraverso la riduzione dell’uso di workstation per ogni scrivania è ora possibile limitare il rischio di confusione, errori d’impiego non autorizzato dei dati, tramite l’utilizzo centralizzato delle risorse che garantisce l’uso dei file più aggiornati e delle versioni autorizzate di software e sistemi operativi.

NC190 e NC240 sono tra i primi prodotti ad aver ricevuto la certificazione VMware Ready e presentano funzionalità di sicurezza all’avanguardia che li rendono una via di accesso a informazioni sensibili estremamente sicura anche tramite connessione remota”.

“Samsung è un partner presente e consolidato all’interno dell’ecosistema di VMware, nell’ottica di promuovere lo sviluppo dei PCoIP come parte integrante della propria offerta zero-client per garantire agli utenti un’esperienza d’uso senza precedenti in termini di sicurezza e performance, riducendo al contempo i costi di gestione dell’intera infrastruttura tecnologica aziendale” ha commentato Patrick Harr, Vice President, Desktop Virtualization di VMware.”

Leggi anche:  Il nuovo mouse MX Anywhere 3 di Logitech ha un pulsante per Zoom

Con il lancio dei monitor NC190 e NC240, Samsung ha dimostrato, ancora una volta, il suo impegno nel fornire prodotti che rispondano in maniera puntuale alle esigenze del mercato business in termini di virtual computing in modalità remota”.

Esperienza d’uso unica

I monitor NC190 e NC240 offrono una serie di funzionalità all’avanguardia che rendono l’esperienza d’uso davvero efficace. L’alta definizione dei display rende questi prodotti ideali per le applicazioni di graphic design, CAD e CAM e le applicazioni di rendering.

La presenza di 4 porte USB per il facile collegamento di altri dispositivi, un design compatto per massimizzare lo spazio dell’ufficio, la funzionalità HD-ready per la visualizzazione dei filmati in alta definizione e tempi di risposta ridottissimi sono alcune delle caratteristiche sviluppate per assicurare la migliore esperienza d’uso in ambito professionale.

Sicurezza senza precedenti

NC190 e NC240 sono stati sviluppati per garantire totale sicurezza a dati e informazioni sensibili in essi contenuti. Nessun dato può essere estrapolato dall’host remoto o dal data center: questo assicura che le workstation individuali non possano subire attacchi di hacker o essere infettate da virus e spam.

Tutte le immagini trasmesse ai vari display sono criptate, in modo da garantire un livello di sicurezza superiore durante la trasmissione. Inoltre, l’autenticazione degli accessi USB assicura che nessun device non autorizzato possa avere accesso al sistema. Tutte queste caratteristiche rendono questi monitor il prodotto indicato per gli ambienti finanziari, governativi e militari.

Zero-client

I monitor NC190 e NC240 sono reali display zero-client in quanto consentono la connessione diretta dal display al server centrale. I PCoIP Samsung garantiscono una soluzione a basso costo rispetto ai tradizionali desktop integrandosi perfettamente in piattaforme PCoIP siano esse basate su rack workstations, towers o blade PC.

Leggi anche:  Dell EMC PowerStore rivoluziona prestazioni e flessibilità delle infrastrutture storage

Questo riduce i costi di manutenzione in quanto tutti i software sono installati centralmente sul server e poi estesi ai vari utenti desktop.