Mondiali 2010, un sito per monitorare la sicurezza

Symantec ha annunciato che monitorerà attentamente le attività pericolose su Internet collegate ai mondiali di calcio che inizieranno l’11 giugno prossimo.

Sul proprio minisito Web, appositamente dedicato ai mondiali, raggiungibile all’indirizzo www.2010netthreat.com, Symantec fornirà dati, commenti, consigli sul tema della sicurezza e link utili dedicati a tutti gli appassionati di calcio che navigano su Internet a caccia di notizie, biglietti e informazioni riguardanti il torneo.

Secondo Paul Wood, Senior Analyst di Symantec Hosted Services, il mondiale, che catturerà l’attenzione di oltre un miliardo di appassionati di calcio a livello globale, sarà sicuramente un tema che verrà sfruttato dai cybercriminali per i loro scopi illeciti.

“Storicamente ogni evento sportivo di vasta portata ha comportato un incremento delle varie tipologie di minacce informatiche”, ha spiegato Wood.

“Per esempio, in occasione delle Olimpiadi di Pechino del 2008 le minacce di tipo phishing sono aumentate del 66%. Il fatto che nel luglio scorso siano stati posati ben due cavi di comunicazione sottomarini con il Sudafrica non farà che accentuare il livello della minaccia.

I dati storici, infatti, mostrano anche un sensibile incremento delle attività pericolose nei Paesi in cui si è verificato un aumento dell’ampiezza di banda disponibile”.

Symantec ha già attivato ulteriori sensori di rete in Sudafrica e in altri Paesi dell’area allo scopo di monitorare il traffico e raccogliere informazioni preziose per tutti i clienti interessati a implementare ulteriori misure di protezione contro le nuove minacce. “Per esempio, due nostri partner presenti in Africa ci hanno inviato file pericolosi che non erano mai stati segnalati prima”.

La maggior parte delle minacce non rappresenterà una novità assoluta: come d’abitudine, le cosiddette “truffe nigeriane”, lo spam e il phishing minacceranno gli utenti sotto forma di offerte speciali legate all’evento.

Leggi anche:  Cybersecurity: l’Italia è in zona arancione

“La regola vuole che, se un’offerta sembra troppo bella per essere vera, con ogni probabilità si tratta di una truffa”, ha detto Gordon Love, Africa Regional Director di Symantec.

“In tutti questi casi, inoltre, i cybercriminali a caccia di informazioni personali degli utenti – dati sull’identità, numeri di conti corrente, password e numeri di carte di credito – hanno come obiettivo la sottrazione di denaro. Nel 2010 il sito Net Threat spiegherà agli utenti come proteggersi da questo tipo di attacchi”.

Gli utenti Internet dovranno prestare attenzione alle nuove tipologie di truffe. “I cybercriminali sono sempre più smaliziati nel far sì che i loro siti fasulli o i siti Web contagiati dal loro codice pericoloso compaiano in cima agli elenchi dei risultati delle ricerche Internet”, ha sottolineato Love.

“Gli utenti tendono a presumere che i siti i cui risultati compaiono per primi siano legittimi, con il risultato di cliccarci sopra senza prima esaminarne attentamente la provenienza”.

Entro l’inizio della manifestazione saranno stati venduti 3,1 milioni di biglietti e oltre 400 milioni di persone in tutto il mondo guarderanno ogni partita in televisione.

Il numero di appassionati che utilizzeranno Internet per reperire biglietti, alberghi, voli e informazioni riguardanti l’evento sportivo dell’anno assommerà a centinaia di milioni.

“Il nuovo sito fornirà agli utenti tutte le informazioni che servono loro per proteggersi su Internet”, ha aggiunto Love. “I cybercriminali, tuttavia, sono sempre pronti a escogitare nuovi modi per indurre gli utenti a rivelare i loro dati personali.

Essere bene informati e attenti è importante tanto quanto proteggersi installando le protezioni software più aggiornate”.