Sochi 2014: il terrore corre anche in Rete

La NBC svela che gli hacker russi sono pronti a colpire le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014. Il Governo risponde con un potente sistema di sicurezza

Venerdì 7 febbraio si sono ufficialmente aperte le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014, che possono essere seguite anche sui social network. Oltre agli attentati terroristici che hanno già colpito la città di Volgograd, Mosca teme di subire attacchi anche da parte degli hacker. La Russia è infatti il Paese in cui risiedono moltissimi pirati informatici e il loro obiettivo sembra sia rovinare l’immagine della manifestazione e quella della nazione che la ospita.

La Russia vigila su Sochi 2014

La NBC ha rivelato che gli hacker si preparano a lanciare attacchi Dos su larga scala per inserire testi e immagini facinorosi all’interno dei siti legati a Sochi 2014. Il network nazionale statunitense afferma quindi che i servizi segreti russi, diventati famosi per le chiavette USB ideate per lo spionaggio, hanno avviato un monitoraggio ad ampio spettro della Rete. Anche i giornalisti che seguono le competizioni sembra siano controllati per difendere l’immagine delle strutture che li ospitano.

Leggi anche:  Gartner Magic Quadrant: Check Point Software Technologies Leader per Network Firewall